Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

ACEI SCARICA

Posted on Author Vosar Posted in Software


    Simulatore di impianto ferroviario di segnalamento - Italian Railways Signalling Simulator. ACEI-PC è un software ideato per la gestione di un impianto ferroviario di per la simulazione sarà in distribuzione tramite questo sito, con download diretto. Gli ACEI nella rete FS rappresentano attualmente gli apparati più diffusi: in taluni Gli ACEI non richiedono più banchi di manovra di notevole ingombro e peso. Scarica in PDF La sigla A.C.E.I. significa Apparato Centrale Elettrico con comando a Banco ACEI della stazione di Roma Tuscolana.

    Nome: acei
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 41.68 Megabytes

    Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti. La ferrovia Sulmona-Isernia è una linea ferroviaria secondaria dell'Abruzzo e del Molise, dal priva di traffico, che collega la città di Sulmona a Isernia.

    È lunga ,7 km e presenta quattro stazioni intermedie tra i due capolinea, di cui due con ACEI semplificato e due presenziate.

    Alla stazione di Rivisondoli-Pescocostanzo la linea raggiunge i ,82 m sul livello del mare che ne fanno la seconda stazione più alta della rete italiana dopo Brennero m s. A partire dall'11 dicembre , con l'entrata in vigore del nuovo orario ferroviario, sono sparite le ultime due coppie di collegamenti tra Sulmona e Castel di Sangro e viceversa, residui dei già tagliati collegamenti diretti tra Napoli e Sulmona.

    La linea era servita da automotrici ALn aventi, appunto, 68 posti. La linea risulta aperta all'esercizio regolare solo nell'ultimo brevissimo tratto molisano Carpinone-Isernia, in quanto facente parte della relazione Campobasso-Isernia.

    Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti. La ferrovia Sulmona-Isernia è una linea ferroviaria secondaria dell'Abruzzo e del Molise, dal priva di traffico, che collega la città di Sulmona a Isernia.

    È lunga ,7 km e presenta quattro stazioni intermedie tra i due capolinea, di cui due con ACEI semplificato e due presenziate. Alla stazione di Rivisondoli-Pescocostanzo la linea raggiunge i ,82 m sul livello del mare che ne fanno la seconda stazione più alta della rete italiana dopo Brennero m s.

    A partire dall'11 dicembre , con l'entrata in vigore del nuovo orario ferroviario, sono sparite le ultime due coppie di collegamenti tra Sulmona e Castel di Sangro e viceversa, residui dei già tagliati collegamenti diretti tra Napoli e Sulmona.

    La linea era servita da automotrici ALn aventi, appunto, 68 posti. La linea risulta aperta all'esercizio regolare solo nell'ultimo brevissimo tratto molisano Carpinone-Isernia, in quanto facente parte della relazione Campobasso-Isernia.

    Sul restante tratto circolano treni straordinari turistici peraltro molto frequentati sia dagli stessi turisti che dai sostenitori della linea. Campagne in corso in questo luogo. I Luoghi del Cuore. Si intende per itinerario, il percorso di un treno nell'ambito di una stazione delimitato da due punti Punto Origine e Punto Finale e comandato da un segnale alto.

    Ricordiamo che il segnale alto, con i suoi aspetti variamente combinati, oltre che fornire il comando di arresto rosso o di via libera, fornisce al macchinista anche informazioni sulla velocità massima da rispettare. Ovviamente le manovre sono comandate dai segnali bassi detti pure marmotta.

    Download programmi e documenti

    Segnale di partenza a vela quadrata indicante al macchinsita via libera con avviso di via impedita sull'itinerario 3 a Firenze S.

    In primo piano un segnale basso visto dal lato posteriore ed utilizzato per le manovre, ovvero "movimenti di veicoli che non escono dai limiti della stazione". Foto David Campione - 11 febbraio Gli impianti attualmente in funzione sono tutti di tipo elettromeccanico, cioè il componente elementare è il relè. Si avrà pertanto un locale di dimensioni appropriate contenente tutti i relè che provvedono alla funzione dell'impianto.

    Essi sono posizionati su telai detti Unità, specifiche per funzioni e raccolte in Armadi. La logica a relè è il vero cuore dell'impianto, la sua struttura solida ed affidabile fornisce garanzia di sicurezza e regolarità di funzionamento. Oltre alla Sala Relè troviamo: una Centralina di continuità, per garantire un'alimentazione costante e regolata e l'interfaccia operatore posta in Ufficio Movimento.

    Tutto quanto sopra, serve ovviamente per comandare gli enti di campagna, cioè i segnali, i deviatoi, i PL etc. La sigla A. Al passaggio del treno, avviene l'occupazione, il comando viene distrutto e successivamente gli enti precedentemente bloccati vengono resi nuovamente manovrabili liberazione. Gli strumenti di dialogo tra impianto e D.

    Raccolti spesso in una struttura unica a forma di scrivania, costituiscono il posto di lavoro del capostazione il quale si serve anche del telefono con strumento di supporto indispensabile ed altri sistemi informativi ove esistono sulla circolazione dei treni, come l'ATN Annuncio Treni Numerico o il CCL Controllo Centralizzato di Linea. Per descrivere al meglio questi strumenti ci caleremo in una simulazione, immaginando di essere nell'ufficio "dirigenti del movimento" di una stazione di transito atta alla precedenza, nell'esempio MASSA CENTRO della linea Pisa - Genova.

    Vogliamo descrivervi brevemente cosa vi troverete davanti. In basso troviamo il Banco di Manovra su cui trova posto l'orologio, il telefono e l'"ATN" in basso a sinistra nello schema.

    L'ATN è a video - terminale ed è collegato con una rete telematica, su esso compare il numero del treno quando si annuncia in stazione e lo segue a mano a mano che viene predisposto l'itinerario.

    Il nostro operatore ha contattato il DC Dirigente Centrale chiedendogli se il treno Intercity viaggia in orario. In pratica mentre ogni stazione ha l'ATN relativo al proprio fascio di binari, il DC ha un video per ogni stazione. Risposta affermativa, il è in orario! Il regionale è già partito dalla stazione precedente Massa, che venendo da sud è Forte dei Marmi.

    Simbologia generale

    L'ATN ci da' questa informazione evidenziando il numero del treno in nero in campo verde. La stessa informazione si recepisce dal QL, notando la spia con la scritta AT annuncio treno illuminata e associata a una suoneria. Noi leggendo scritto in verde su campo nero capiamo che esso deve ancora transitare da Forte dei Marmi. Un ultimo sguardo al pannello ci fa intuire che non ci sono itinerari predisposti e che solo il IV binario è occupato ed è illuminato in rosso Anche in questo caso l'ATN riporta il numero del treno un merci.

    Nella seconda schermata, sono le , l' sta entrando in III binario, la traccia di colore bianco indica l'itinerario comandato, mentre i trattini rossi indicano i circuiti occupati dal treno. La freccia sul banco in basso a destra indica il pulsante premuto dal dirigente per predisporre l'itinerario. Si noti che il dirigente ha premuto il pulsante identificato dalla sigla 4 III che identifica i due punti Origine e Finale dell'itinerario comandato per l' La pressione di tale tasto infatti ha sortito l'effetto di costruire un itinerario dal segnale di protezione pari punto 4 al terzo binario punto III.

    Mastodonte dei Giovi

    Intanto dall'ATN si rileva come l' venga avanti ed il sia già transitato da Forte dei Marmi. Nella terza schermata, sono le , l' è in sosta sul III binario, ed è predisposto l'itinerario 4 II, cioè l'ingresso in binario di corretto tracciato. Dando un'altra occhiata ai dettagli del QL, si notino i deviatoi siglati con numeri neri e lettere minuscole, una coppia di deviatoi che si manovra insieme si chiama "comunicazione" e viene identificata da un numero e le lettere a e b mentre i segnali sono marcati con lettere MAIUSCOLE.

    I numeri verdi invece identificano i circuiti di binario in cui è divisa la stazione. Prima di passare alla schermata successiva, uno sguardo all'ATN evidenzia che sul dispari si annuncia un treno! Quarta schermata, il sosta sul II binario con segnale a via libera e itinerario di partenza predisposto.

    Intanto è stato predisposto anche sul binario dispari l'itinerario per il transito di un merci: sul QL traccia luminosa bianca e segnale di partenza a via impedita in quanto costituente protezione per un PL che risulta ancora in fase di chiusura. Ormai è ora anche per la partenza dell', e siamo alla quinta e ultima schermata. E' stato predisposto l'itinerario anche per questo treno, ma il segnale di partenza è giallo perché la sezione è ancora occupata dal Intanto il dispari sta transitando davanti al fabbricato viaggiatori e presto andrà a occupare la sezione Il Banco di Manovra: come si vede il banco è composto nella parte centrale da una pulsantiera per il comando degli itinerari.


    Ultimi articoli