Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

SCARICA MODELLO CERTIFICAZIONE RITENUTA DACCONTO

Posted on Author Yozshukora Posted in Rete


    Da questo link (modello editabile) é possibile scaricare gratis un modello certificazione ritenuta d'acconto compilabile in formato pdf, da scaricare, compilare. La certificazione unica per le ritenute di acconto, modello, istruzioni e Clicca qui per scaricare il modello certificazione unico CERTIFICAZIONE. DEI COMPENSI E DELLE PROVVIGIONI. ASSOGGETTATI A RITENUTA ALLA FONTE. (art. 4 del D.P.R. 22 Luglio , n. ). DATI DEL. Entro il 28 febbraio di ogni anno il sostituto d'imposta è tenuto ad inviare al soggetto percipiente la certificazione della ritenuta d'acconto.

    Nome: modello certificazione ritenuta dacconto
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 23.28 MB

    Istruzioni, compilazione e ritenute su redditi da lavoro autonomo da indicare nella Certificazione Unica. Di seguito tutte le peculiarità e gli esempi di compilazione del modello di Certificazione Unica per i lavoratori autonomi. La Certificazione Unica c. Ma anche i redditi di lavoro autonomo , provvigioni , redditi diversi. Vedremo come compilare il modello CU per la certificazione delle ritenute di acconto operate nei confronti di professionisti.

    Vediamo, di seguito, tutte le informazioni utili per arrivare preparati alla scadenza del 7 marzo, senza commettere errori.

    Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.

    More information about our Cookie Policy. Entro il 28 febbraio di ogni anno il sostituto d'imposta è tenuto ad inviare al soggetti percipiente la certificazione della ritenuta..

    La certificazione dei compensi soggetti a ritenuta d’acconto: è obbligatoria?

    Condividi Tweet. Lascia un commento Cancel Reply Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Ricerca per:.

    Panoramica privacy This website uses cookies so that we can provide you with the best user experience possible. Cookie strettamente necessari Strictly Necessary Cookie should be enabled at all times so that we can save your preferences for cookie settings.

    Cookie di terze parti Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.

    Che cos'è la Ritenuta d'acconto?

    Come dice la parola stessa, è un acconto che il datore di lavoro o cliente versa allo Stato al posto tuo, che sei il reale contribuente. Questo è un caso tipico di chi magari non ha ancora aperto la partita IVA o chi fa un lavoro dipendente e nel frattempo fa dei lavoretti.

    Come saprai, questi limiti raramente vengono rispettati. Cosa succede quando vengono superati? Nulla di grave, a dire il vero, o meglio nessuna sanzione. Inoltre, forse è il caso di lavorare in maniera più professionale e aprire una partita IVA.

    Dopo avere effettuato il tuo lavoro o prima se ti sei accordato diversamente devi consegnare una ricevuta al committente. Assomiglia a una fattura, ma di fatto non lo è.

    Dovrai indicare:. Vuoi un modello su come fare la notula?

    Leggi anche:SCARICA BRANO IPOD

    Da sapere: le notule possono essere numerate per numero progressivo in base a quante ne avete già emesse fino a questo momento. In teoria è una ricevuta che dovresti emettere dopo che ti hanno pagato, ma spesso il datore di lavoro ne ha bisogno come sorta di memorandum per retribuirti quindi ti toccherà emetterla prima. Per i lavoratori autonomi con partita IVA la situazione è invece diversa.

    Tutto dipende dal regime a cui sono iscritti. Chi ha per esempio il regime forfettario non è tenuto a mettere la ritenuta in fattura.

    Ritenute d’acconto scomputabili anche se non certificate

    La ritenuta si applica dunque sui compensi addebitati dai lavoratori autonomi nei confronti di chi è titolare di una partita IVA azienda, ente o altro professionista autonomo. Cosa devi fare tu?

    Cosa si intende per base imponibile?


    Ultimi articoli