Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

DRIVER WEB SKINTEK PC SCARICARE

Posted on Author Nisida Posted in Multimedia


    comunque con l'ID istanza non era molto difficile trovare il driver, si deve solo controllare che sia il driver giusto leggendo nel file INF:) aprendo la cartella del driver che hai scaricato troverai il file inf che puoi aprire anche non funziona · Rimuovere le app inutili di Windows 10 · Cambiare font Instagram. Skintek: come trovare i driver ed effettuare il download. Una volta scaricati i file sul nostro computer, basterà aprirli con un doppio click del. DRIVER WEB SKINTEK PC SCARICARE - Battle Royale di Battlefield V: Se ci sono problemi di autorizzazioni, vedi qui come risolvere il problema di accesso. Home · Product, Download, Tech Assistance, Where to Buy, Catalogo, Contact Us, Product gallery. Copyright©tourismepeymeinade.info, Powered by: Asta e-Technology.

    Nome: driver web skintek pc
    Formato:Fichier D’archive (Driver)
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 12.82 Megabytes

    Originariamente inviato da GhiaccioNero. Originariamente inviato da GhiaccioNero Sezione sbagliata, andate nella discussione generale qui è zona modding.

    K-Lite Codec Pack Update. Altri messaggi di GhiaccioNero. In ogni caso, si tratta solamente di seguire delle procedure molto semplici che, il più delle volte, anche il neofita del settore è in grado di vriver.

    Inoltre è l'unico a disporre di un doppio ingresso, una porta USB e una connessione RJ45 che permette di metterlo a di- sposizione di tutti gli utenti col- legati alla rete aziendale.

    Le due connessioni si trova- no all'interno del dispositivo e vi si accede aprendo il coper- chio. La posizione ha due vantag- gi, protegge il cavo da urti e strappi e non costringe a tene- re l'apparecchio lontano dal muro per l'ingombro dei con- nettori. Grazie all'alimentatore auto- matico dello scanner avente una capacità di 10 fogli ed il software PaperPort incluso nel- la dotazione. I quattro colori della stam- pante risiedono in cartucce se- parate. Un sistema che ottimiz- za i costi di stampa in quanto si sostituisce solo il colore esau- rito, nelle cartucce che conten- gono più colori la cartuccia va sostituita quando si esaurisce uno dei colori anche se negli al- tri due c'è ancora inchiostro.

    La qualità di stampa è discreta con le immagini fotografiche e sufficiente con i testi. La velocità di stampa con fi- le di testo e misti di testo e gra- fica o immagini è nella media, lento invece nella stampa di fo- tografie. Il caricatore della car- ta ha una capacità di fogli. Il fermo della carta, dove c'è il meccanismo di trascinamento del foglio, è inclinato in avanti verso l'interno.

    Spesso aggiungendo della carta senza estrarre il caricato- re, i fogli scivolano troppo al- l'interno inceppando il mecca- nismo. I fax possono essere spediti in mo- dalità istantanea o differita in polling. Il prezzo è di euro IVA in- clusa. L'MP consente di rita- gliare le immagini visualizzate nel pannello LCD senza l'inter- vento del computer.

    La risolu- zione di stampa raggiunge l'in- credibile risoluzione di 9. L'MP si distingue per la velocità di stampa e di scan- sione in cui primeggia in quasi tutti i test. Ad esempio ha im- piegato soltanto 36 secondi per stampare un documento di tre pagine con testo e picco- le foto e in 31 secondi ha sfor- nato la copia di un documento con testo e grafica.

    La qualità di stampa delle immagini è ot- tima, rispetto alle stampanti Pixma che abbiamo provato è scomparsa la tendenza al ros- so. La qualità delle copie è buona, i colori sono riprodotti con una tonalità più chiara ri- spetto all'originale. L'apertura del coper- chio superiore è assistita da un pistoncino dal funzionamento troppo brusco.

    Gli inchiostri sono cinque, ognuno con una propria car- tuccia separata, la cartuccia del nero ha una dimensione doppia rispetto alle altre. La fi- nitura del telaio in nero lucido è elegante ma non molto resi- stente e si segna facilmente. Tutti i comandi e collegamenti, con l'eccezione della presa USB per la connessione, si tro- vano nella parte frontale. Il pannello con tutti i co- mandi è in una posizione pro- minente e leggermente inclina- ta che facilita l'azionamento e consultazione.

    Lo scanner è a piano fisso e senza caricatore automatico dei fo- gli. Il prezzo di euro IVA in- clusa è ragionevole conside- rando la quantità di funzioni presenti e la qualità del pro- dotto. In particolare è da citare la qualità di stampa dei caratteri superiore alla media con i con- torni delle lettere ben definiti.

    Nella stampa di immagini foto- grafiche la velocità è sufficiente ma questo è un compito acces- sorio, e non il principale, per un multifunzione d'ufficio.

    Le prove di stampa sono sta- te eseguite con le due cartucce in dotazione, una tricromatica e una per il colore nero. Gli ottimi risultati ottenuti possono essere ulteriormente migliorati installando al posto del nero la speciale cartuccia fotografica e impostando la ri- soluzione al massimo consen- tito.

    Allo stesso tempo ci si deve armare di pazienza dal mo- mento che ci sono voluti circa 10 minuti per una stampa con questi parametri. Gli inchiostri sono del tipo Vivera ad alta stabilità e durata nel tempo. Insieme all'unità è fornita una speciale protezione in cui riporre la cartuccia tempora- neamente tolta che impedisce all'inchiostro contenuto di asciugarsi.

    L'utilizzo di una car- tuccia con più colori obbliga al- la sua sostituzione completa anche se si esaurisce uno solo dei colori. L'unità include uno scanner a piano fisso e alimentatore au- tomatico, stampante e modem per la spedizione di fax in bian- co e nero e a colori. La memoria del fax contiene fino a do- cumenti, la rubrica 80 nomi.

    Il cari- catore automatico si distingue per l'elevata capacità di 25 fo- gli. Il software HP Director in dotazione è una suite di pro- grammi di utilità che occupa circa MB di spazio sul di- sco fisso. La procedura non permette di selezionare quali applicazio- ni installare e nella rimozione abbiamo trovato ancora delle tracce in Installazione applica- zioni che abbiamo potuto eli- minare solo intervenendo nel registro.

    Il manuale utente è un esem- pio di come andrebbero scritti i manuali, chiaro e preciso con un'ampia sezione dedicata ai problemi ed alla loro soluzione. Il prezzo di listino dell'Officejet è di euro IVA compre- sa. Nella stampa di immagini non ha ri- vali, la nostra immagine di ri- ferimento è stata pronta in po- co più di tre minuti. Le prestazioni nella stampa e scansione degli altri tipi di fi- le, testo, testo e grafica sono ottime, appena sufficiente in- vece la prestazione nella stam- pa di copie multiple.

    La qualità delle immagini fo- tografiche ottenute è molto al- ta mentre con gli altri tipi di documento non lo è altrettan- to. Le copie sono una pallida imitazione dell'originale e i ca- ratteri mostrano delle sbava- ture. Il vassoio di alimentazio- ne della carta e il caricatore automatico di fogli dello scan- ner con una capacità rispetti- va di e fogli la rendono indicata per i lavori in cui si la- vora con grandi quantità di documenti e si è disposti a chiudere un occhio sulla qua- lità finale.

    LaX a prima vi- sta appare ingombrante, poi guardando le misure ci si ac- corge che le dimensioni in lar- ghezza e profondità sono simi- li ai concorrenti, è solo l'altez- za superiore che la fa sembra- re più grande. La parte di stampa utilizza quattro inchiostri in due car- tucce, la combinazione più onerosa in quanto l'esauri- mento di un solo inchiostro nella cartuccia tricromatica costringe alla sostituzione del- la cartuccia intera. Anche Lexmark utilizza un particolare tipo di inchiostri a colori chiamato Evercolor con elevate caratteristiche di resi- Scheda prodotto Produttore: Lexmark Modello: X Prezzo: euro Sito: www.

    Il driver della stam- pante è in grado di stampare striscioni con una lunghezza massima di 20 pagine. La memoria del fax con- tiene fino alOO documenti e 99 numeri per la selezione abbre- viata. Una porta USB compatibile con lo standard PictBridge consente di stampare diretta- mente dalle fotocamere che supportano questo standard. Non c'è un lettore multiforma- to di card multimediali ma non è una mancanza grave in una macchina da ufficio. Il prezzo è di euro IVA compresa.

    Per stampare un file di testo e piccole immagini di tre pagi- ne ha impiegato tre minuti e venti secondi mentre la media è di un minuto e mezzo. Il ri- tardo è progressivamente au- mentato nella stampa di cin- que copie del documento.

    Nella stampa di un file misto di testo e grafica il secondo più lento ha impiegato 30 secondi in meno. Sulla stessa riga an- che i tempi di stampa per le immagini fotografiche e le scansioni. Nella parte frontale del di- spositivo si trova una fessura per l'inserimento di una sche- dina dalle dimensioni di una carta di credito con un chip da inserire ogni volta che si cam- bia una cartuccia di inchiostro, nel chip sono memorizzate le informazioni sul numero delle pagine stampate.

    L'alimentatore automatico dello scanner con una capacità di 10 fogli, insieme al software PaperPort in dotazione per- mette una gestione elettronica dei documenti. La parte stampante ha una risoluzione di 4. Le due cartucce in dotazio- ne hanno una capacità di in- chiostro dimezzata rispetto al- le standard.

    La procedura di installazio- ne dei driver è ben realizzata, avvisa persino di ignorare il messaggio di presunta incom- patibilità dei driver emesso da Windows XP.

    L'MF è un fax che rispetta l'ambiente. Ogni componente è contras- segnato con l'indicazione del materiale per facilitarne il rici- clo. Dopo 11 minuti di inattività entra in una modalità che ridu- ce il consumo da 25W, già con- tenuto, a 10W. Il prezzo di listi- no di euro è elevato rap- portato ai prezzi e funzionalità dei concorrenti.

    Dot per Inch è la quantità di punti che possono essere stampati nella misura di un pollice. In genere, aumentando il DPI si migliora la qualità dell'immagine stampata. Memoria del fax Una memoria che contiene le pagine ricevute dal fax che non è stato possibile stampare a causa dell'esaurimento della carta, Aggiunta la carta il fax stampa automaticamente tutte le pagine in memoria.

    I CCD registrano immagini solo come scale di grigio, per creare i colori si utilizzano delle maschere dei tre colori primari rosso, verde e blu che filtrano la luce proveniente da una lampada di illuminazione. I CCD sono disposti a matrice e ricevono la luce riflessa dall'immagine tramite un sistema di lenti e specchi.

    Gli scanner CCD hanno una buona profondità di campo e riescono ad eseguire la scansione di oggetti distanti qualche mm dal piano di scansione. Il CIS è composto da una fila di sensori posti sul carrello di scansione insieme a dei LED di colore rosso, verde e blu che si accendono alternativamente.

    Uno scanner CIS ha una costruzione più semplice rispetto a uno scanner CCD dati che non ci sono lenti, specchi e lampade. Non è necessario attendere che la lampada di illuminazione raggiunga la temperatura di funzionamento come negli scanner CCD. Un dot è un punto d'inchiostro, l'inch pollice è una OCR Optical Character Recognition Un software in grado di riconoscere i caratteri stampati.

    Da qualche anno gli OCR riconoscono anche la formattazione della pagina. Con un multifunzione dotato di ADF e un software OCR è realizzabile un piccolo sistema di archiviazione elettronica dei documenti.

    Polling Un sistema di spedizione dei fax a richiesta. Il dispositivo fax inviante spedisce il documento che ha in memoria ai fax che lo chiamano. È usata come interfaccia di cattura tra i programmi di elaborazione delle immagini e una fotocamera, scanner o qualsiasi altro dispositivo per l'acquisizione delle immagini. Il nome non è un acronimo ma deriva da una ballata di Kipling "The Ballad of East and West" in cui c'è un passo che recita " La parola TWAIN è stata presa per porre l'accento sulle difficoltà di connessione tra i computer e gli scanner nel , anno in cui Twain è nato.

    I dispositivi a basso consumo possono funzionare con l'alimentazione fornita dalla porta di connessione, gli altri devono ricorrere ad un alimentatore esterno.

    La prima versione, la 1. Il nuovo nato di casa Apple si confronta con i lettori, anche omonimi, usciti sul mercato di Marco Milano Eccoci al nono appunta- mento mensile con i letto- ri MP3, nel quale la notizia del mese è il lancio del nuovo iPod nano da parte di Apple. Tutto quello che riguarda l'iPod fa notizia, in quanto no- nostante l'agguerrita concor- renza i lettori di casa Apple continuano ad avere un suc- cesso tale da rappresentare un punto di riferimento inelu- dibile quando si parla di letto- ri MP3.

    Questo non significa che gli iPod siano i migliori lettori MP3 in assoluto: ci sono alcu- ni lettori di altre marche, pri- ma tra tutte Creative che, con meno enfasi, lancia un proprio Nano, in grado di offrire una qualità audio simile e funzioni aggiuntive che Apple non ha mai voluto implementare negli iPod, come la radio FM e la re- gistrazione digitale.

    Ma evidentemente non tutti hanno bisogno di funzioni ag- giuntive, e l'eleganza estetica, la semplicità d'uso, l'ergono- mia dei controlli e l'integra- zione con iTunes, uno dei più conosciuti sistemi per l'acqui- sto legale di musica, hanno de- cretato il successo di iPod. Tra le periferiche che non funzionano più con il nano ci sono iTrip, iTalk, Griffin iFM, dunque non è poca cosa per chi utilizzava l'iPod anche per registrazioni vocali.

    Se tutte que- ste carenze rispetto all'iPod mini costituiranno un proble- ma per il nuovo nato potranno dirlo solo le vendite.

    La nostra opinione è che le funzionalità aggiuntive sono molto importanti per chi vuole un oggetto "tuttofare", ma ci sono anche molti utenti che vogliono un lettore MP3 esclu- sivamente per ascoltare musi- ca.

    Inoltre in futuro il campo dei lettori MP3 "tuttofare" po- trebbe essere appannaggio dei nuovi cellulari multimediali con memoria interna. Il nuovo iPod nano è perfet- tamente in linea con la filoso- fia di Jobs, e nel campo dei let- tori MP3 senza funzioni ag- giuntive si tratta senza dubbio di un prodotto vincente, visto che la sua funzione primaria, ovvero riprodurre musica, la svolge con una qualità audio al massimo ed una semplicità d'uso invidiabile.

    Meglio poche funzioni Ecco un estratto delle dichiarazioni di Steve Jobs all'Apple Expo di Parigi a fine settembre Sono scettico. Per il futuro meglio avere cellulari che funzionano meglio e lettori MP3 più piccoli e belli, piuttosto che un unico prodotto". Sembra dunque chiudere la porta ad un "iPhone", e prende addirittura le distanze dallo stesso Motorola ROKR, il cellulare dotato di software Apple iTunes: "Era un esperimento che andava fatto, ma non sono certo che il business esista.

    Vedremo nei prossimi 4 anni". Alla domanda su perché l'iPod non integri una radio FM come la maggioranza dei lettori MP3 concorrenti, Jobs ha risposto: "La gente non vuole troppe funzioni". Abbiamo deciso di sostituirlo circa un anno fa, ed è stato un 'trapianto' difficile". In caratterizzata da timbrica realtà gli ingombri sono quasi tagliente ma definita con bassi identici a quelli dell'XS, di media qualità usando gli anche se la forma è più auricolari forniti, mentre con allungata, e l'interfaccia utente auricolari di maggiore qualità o è identica: ben congeniata, con casse esterne i bassi basata su icone e cartelle che divengono molto presenti e consentono di gestire migliora la timbrica dei medi, facilmente i file, durante la tanto che il nostro consiglio è di riproduzione mostra tutte le sostituire gli auricolari.

    Con informazioni sul brano, spesso l'XS condivide anche mancanti nei lettori rivali. Lo l'emissione di un "clic" prima schermo è più piccolo di quello dell'esecuzione di un file WAV, dell'XS 1,5 pollici contro clic assente con file MP3 o 2" , per cui il tutto risulta più WMA.

    La batteria ha Sito: www. Il Gmini si distingue anche per l'eccellente display grafico in bianco e nero con la potente interfaccia a menu Doublé Browser basata su icone e cartelle, che consente di gestire i file senza collegare il lettore al PC. Durante la riproduzione sono contemporaneamente mostrati autore, album, titolo, formato, bitrate, frequenza, numero traccia, totale tracce, tempo trascorso, mancante e totale, e persino nome della prossima traccia.

    Una interfaccia che dovrebbe far scuola. Buona l'autonomia della batteria, 17 ore contro una media di La qualità di riproduzione è molto buona: con le cuffie i medi sono un po' troppo taglienti, ma il suono è molto definito e non "impasta", nella media i bassi. Con casse esterne invece i bassi sono ottimi e la timbrica diviene meno tagliente.

    Consigliamo di acquistare auricolari di qualità maggiore di quelli forniti. I colori disponibili sono bianco Apple e nero lucido. Il celebre controller circolare cliccabile è sempre presente, ed anzi è meglio utilizzabile, in quanto ha una superficie leggermente ruvida. Il display LCD da 1,5 pollici è a colori, ed ha una risoluzione elevata in rapporto alle dimensioni x pixel , il che rende molto definita l'interfaccia grafica in "stile Macintosh" e piacevole la visione di foto, non luminosissime, ma con colori fedeli.

    Peccato per l'assenza di zoom. Non ha la porta di espansione a 4 contatti tipica degli altri iPod, il che ne limita l'espandibilità.

    Pagina non trovata

    L'autonomia della batteria è scesa a 14 ore dalle 18 dell'iPod mini, ma è comunque valida media Presente la porta dock, dove si connette il cavo USB.

    La velocità di copia dei brani è eccellente per un player con memoria flash solo 11" per 38 MB di file MP3, media 17" per i lettori USB 2. La qualità audio con gli auricolari inclusi è eccellente, ai livelli dei migliori lettori con disco rigido di grandi dimensioni: timbrica piena e mancano funzioni di registrazione e radio FM. E dopo le nostre creare "al volo" file MP3 di prove non possiamo che buona qualità da sorgenti concludere che si tratta solo di esterne.

    Tutto il grammi senza la batteria AAA resto è identico tra i due che offre 18 ore di autonomia , modelli: taglio massimo di 1 GB, Peccato che la rotella radio FM con 32 preset, display basculante tende ad impuntarsi, come nel MuVo Micro. La qualità audio è molto buona, ma non ai massimi come quella dei lettori Creative con hard disk. La batteria ministilo fornisce un'autonomia di sole 10 ore media Supporta i file ".

    Non ha ingressi Line per registrare da sorgenti esterne. Le dimensioni sono notevoli per un player flash, ma consentono di ospitare un ampio display in bianco e nero che mostra ben tre righe di testo sovrapposte autore, titolo ed album più la barra dei tempi, e consente di gestire i file con complete funzioni di ricerca per autore, album.

    Ben disposti i controlli a croce con pulsante centrale, ma la risposta lascia a desiderare e la selezione dei menu risulta lenta. Comoda invece la rotella separata per il volume. Il coperchietto della porta USB si stacca completamente, ed è dunque facile perderlo. È presente la radio FM con 20 preset, ma non è possibile registrare dalla radio né da altre sorgenti, è assente anche un microfono interno per registrazioni vocali. La batteria AAA garantisce 17 ore di autonomia media Notevole anche il peso, aumentato dalla presenza di una batteria stilo AA invece della ministilo, batteria che è stata scelta per garantire un'autonomia da record, ben 53 ore contro una media per i lettori flash di 15 ore, supera anche il precedente record del Cowon iAudio G3 50 ore.

    Interessante la possibilità di modificare la velocità di riproduzione. La velocità di copia dei brani è nella media 20" contro 17" per i lettori USB 2. La qualità audio con gli auricolari inclusi è eccellente, i bassi sono presenti, buono il volume. Con casse HiFi esterne i medi risultano un po' compressi, l'immagine sonora si fa meno chiara. Il display LCD a colori è piccolo ma semplice da usare.

    Skintek MP3 Sunglasses Sulle piste da sci Il successo di massa dei lettori MP3 porta anche alla nascita di prodotti decisamente curiosi. Dopo gli occhialini da nuoto MP3, di cui abbiamo dato notizia qualche mese fa, è ora la volta degli occhiali da sole MP3.

    Si tratta degli "MP3 Sunglasses" della Skintek, distribuiti da Elettrodata, disponibili in due colori, nero e titanio, ed in due tagli di memoria, e MB. Gli occhiali si collegano alla porta USB tramite un'originale presa minijack tripolare, nascosta sotto un tappino in gomma, cui si collega il cavetto incluso. Molto comoda la disposizione dei pulsanti: un rigonfiamento sulla stanghetta destra ospita 3 pulsanti per gestire la riproduzione, azionabili con il pollice, e due pulsanti superiori azionabili con l'indice per volume e cambio brano.

    Peccato che per modificare il volume sia necessaria una pressione prolungata, cosa che in caso di picchi improvvisi impedisce di abbassare immediatamente il volume. Ergonomica la disposizione degli auricolari, che fuoriescono dalle stanghette in posizione ideale. Sulla qualità degli occhiali ci asteniamo, non siamo ottici o oculisti, ma a noi sembra che le stanghette stringano un po' troppo alle tempie. Ovviamente non c'è alcun display per selezionare i brani, mentre sono presenti 3 LED sulla stanghetta.

    WAV Auricolari di scarsa qualità, "clic" prima di riprod. Seguono le caratteristiche tecniche, ovviamente per ragioni di spazio non sono indicate tutte quelle valutate. Il formato WAV è indicato tra quelli riproducibili solo se è supportata la qualità CD 44,lKHz a 16 bit , e non la qualità voce 4 bit usata da alcuni lettori per le registrazioni vocali.

    In realtà già da anni esiste la categoria degli speaker portatili, ma si tratta di prodotti di nicchia de- dicati ai computer notebook, che non hanno mai avuto mol- to successo per diversi motivi: la maggioranza degli utilizzato- ri di portatili li sfrutta per lavo- ro e non ha bisogno di partico- lari prestazioni audio e chi li usa anche per lo svago o lo fa quando è a casa o, se è in viag- gio, utilizza le cuffie per non di- sturbare i vicini.

    Inoltre portare con sé le cas- se per quanto piccole è co- Diffusori provati munque una scomodità in si- tuazioni di mobilità, tirarle fuo- ri durante un viaggio significa spesso vederle cadere conti- nuamente, e i cavi ingombrano. Infine, gli altoparlanti integrati nei notebook di oggi sono de- cisamente migliori di quelli del passato e anche di molte casse portatili. Il vantaggio degli speaker collegati ai player MP3 Gli speaker portatili per let- tori MP3 potrebbero in realtà essere soggetti allo stesso tipo di critiche: sono ingombranti, disturbano i vicini ed usarli in situazioni di mobilità è scomo- do.

    Dunque le casse per lettori MP3 aprono nuove possibilità di utilizzo per i piccoli player, e la maggioranza di esse in realtà non implica l'uso in mobilità, ma semplicemente il trasporto degli speaker per usarli poi in situazioni statiche. Alcuni esempi: fornire la colonna so- nora per una festa, allietare il soggiorno in stanze della casa prive di impianti HiFi con mu- sica di sottofondo, consentire l'ascolto di musica in stanze d'albergo, in tenda durante i campeggi, la sera sulla spiag- gia, su un prato di montagna durante un picnic.

    Insomma, in tutte quelle situazioni in cui si vuole condividere la musica con più persone, o lettore e cuffie sarebbero limitanti. Sono fornite con una custodia morbida e possono essere alimentate sia tramite il trasformatore incluso che con 4 pile stilo. In alto sono presenti due tastini per regolare il volume. I lettori MP3 si collegano tramite un cavetto minijack incluso.

    Valida l'estetica, con finiture di buona qualità. Il panorama stereo è ridotto, visto che gli altoparlanti distano solo 9 cm l'uno dall'altro, ma Creative ha provveduto con uno switch che attiva la funzione Wide Stereo, che abbiamo trovato efficace nell'allargare l'immagine sonora senza alterare troppo il suono originale. I bassi sono deboli, buoni invece i medio-bassi, che non rimbombano, ed ottimi gli acuti.

    Nei test di risposta in frequenza i 20Hz sono assenti, i 60Hz sono deboli ma presenti, in alto si arriva invece particolarmente bene fino a 19KHz.

    Solo leggero il fruscio di fondo. Per compattezza e praticità le TravelSound sono le migliori casse per l'uso in mobilità con un lettore MP3. Dietro la cassa destra sono presenti gli ingressi per alimentazione di rete e minijack audio stereo cui si collegano i lettori MP3 tramite il cavetto fornito , oltre ad un pulsante basculante per il volume che non è molto pratico da usare, tanto che si tende ad esagerare sempre le variazioni di volume.

    È presente anche un cavetto per l'alimentazione da porta USB. Il suono è molto ben definito, chiaro e abbastanza naturale, ma sbilanciato verso gli acuti. La risposta in frequenza è risultata povera nei bassi: 20 Hz inawertibili, 60 Hz debolissimi, ottimi invece gli acuti sino a 19 KHz, molto presenti.

    La caratterizzato dall'estetica molto qualità audio è buona: la originale ed accattivante: un timbrica dei medi è ottima, subwoofer tubolare in alluminio molto naturale, la distorsione è dotato di elegante LED blu cui si contenuta anche al massimo collegano due piccoli satelliti volume, i bassi sono invece un sferici in plastica argentata.

    Due po' deboli, medio il volume pulsantini per il volume sono globale raggiungibile. Ottimi gli posti sopra uno dei satelliti, ma acuti. La risposta in frequenza è sono scomodi da usare.

    Il migliorata dal subwoofer, ma i sistema è fornito con una bella 20 Hz restano inudibili, si custodia semirigida a valigetta, sentono invece i 60 Hz anche se che ne rende agevole il abbastanza deboli. Verso l'alto trasporto ma pesa circa mezzo si arriva sino a 19 KHz. Per Sito: www. Italian Hard. La terza ospita invece l'interruttore. Aperte le gambe del treppiede, il lettore MP3 si inserisce in un minijack stereo maschio posto in cima al Pod.

    DRIVER PER WEBCAM SKINTEK?

    Il jack è protetto da un coperchio plastico trasparente per non danneggiarlo durante il trasporto. In laboratorio con toni di test abbiamo notato l'assenza di risposta nell'intera gamma bassa, da Hz in giù non c'è più suono una cassa per PC di media qualità solitamente risponde bene sino a 60 Hz, le migliori scendono sino a Hz , mentre in alto si sale sino a 19 KHz, alla pari con casse di buona qualità.

    Non c'è alcun controllo del volume di amplificazione, il volume va regolato con il lettore MP3. Il volume globale è decisamente ridotto, adatto solo all'ascolto a breve distanza ed in situazioni silenziose. È dunque tra i sistemi più piccoli e leggeri da portare con noi, ed è reso interessante dal prezzo economico. Si tratta infatti di un monoblocco con casse rotanti, decisamente originale ma anche comodo per il trasporto, in quanto ripiegando le casse l'ingombro è ridotto: solo IHR e Creative hanno dimensioni inferiori.

    La qualità audio è media, la timbrica dei toni medi è equilibrata, ma se si spinge il volume verso il massimo diventa roca, ed i medio-bassi tendono a distorcere quando il loro contenuto è notevole nel brano che si ascolta. I bassi sono più immaginati che sentiti, netti e precisi invece gli acuti. Il fruscio di fondo è abbastanza sensibile.

    L'AMS offre anche una cavità centrale per appoggiare il lettore MP3, supporto che è "universale" a differenza di quello Logitech pensato per iPod. Peccato che ci sia una fastidiosa vibrazione spuria nella cassa sinistra che interviene spesso su determinate frequenze, anche a volume medio, e rovina la valutazione della qualità audio.

    Sensibile è anche il fruscio di fondo. Nel test delle frequenze i 20 Hz sono assenti, i 60 Hz debolissimi, in alto invece si arriva a 19 KHz. L'alimentazione avviene tramite trasformatore, più ingombrante di quello Logitech, o tramite 4 pile stilo. Con il Magnex AMS è offerta una custodia morbida in tessuto, anche se il sistema da chiuso protegge già perfettamente le casse.

    NGS Supra 2. Anche se il sub è piccolo in assoluto, il sistema NGS è decisamente ingombrante rispetto agli altri portatili testati, soprattutto i grossi satelliti in plastica, tanto da essere più indicato come sistema economico casalingo che come complemento ad un lettore MP3 o ad un notebook.

    Per essere portato con sé e montato richiede infatti un impegno notevole, sia per il peso 1. Il piccolo subwoofer scende bene di frequenza, ma è poco potente in assoluto e si nota un fastidioso rimbombo nelle frequenze medio-basse. Nel test di risposta in frequenza i 20Hz sono appena percepibili, ottimi invece i 60Hz, ed è l'unico sistema tra quelli testati a riprodurli bene.

    In alto si arriva a 19KHz, e il fruscio di fondo è quasi assente. Se per esempio vogliamo utilizzare il nostro lettore MP3 per la musica di una festa casalinga, è molto probabile che ci sia uno stereo a disposizione. Lo stereo potrebbe essere usato direttamente per ascoltare la musica tramite CD audio, ma in un lettore MP3 di buona capienza trovano spazio centinaia di brani, ed è molto più comodo rispetto ad una pila di CD.

    E la maggiore qualità dei CD audio non ha molta importanza quando la musica si usa per ballare o come sottofondo. Ecco come fare: gli stereo HiFi dispongono di amplificatore, al quale sono solitamente collegati il lettore CD, la radio, talvolta un registratore a cassette, ed un tempo anche il giradischi. Gli ingressi sul retro degli amplificatori sono solitamente di tipo RCA stereo.

    Quello che non si deve assolutamente fare è utilizzare l'ingresso "Phono", dedicato ai giradischi: anche se sembra uguale agli altri, utilizza una preamplificazione RIAA che distorcerebbe fortemente il suono e potremmo anche danneggiare le casse. Il cavo che ci serve come mostra la foto in figura è uno speciale cavetto adattatore che da una parte ha un minijack stereo maschio, e dall'altra due RCA maschi.

    Poi selezioniamo la sorgente relativa all'ingresso scelto nell'amplificatore, mettiamo il volume dell'ampli al minimo, accendiamo il lettore MP3 e mettiamo il volume del lettore MP3 al massimo. Il prezzo di listino è di euro. VMware introdotto nel è uno strumento usato dagli sviluppatori di software per provare i loro programmi, dai cali center per replicare ra- pidamente i problemi e guidare gli utenti passo per passo, dagli istruttori che possono mostra- re rapidamente le differenze di funzionamento e utilizzo di di- versi sistemi operativi senza spostarsi tra diversi computer.

    Le macchine virtuali sono separate tra loro, il che si- gnifica che se una si blocca, le altre, compreso il PC fisico, proseguono ad operare senza problemi. VMware installa pro- pri driver che tengono separa- ta la macchina virtuale dal computer fisico, per esempio cliccando sulle proprietà della scheda video non si troverà la vmmiummwm Caratteristiche Nome: VMware 5 - Produttore: VMware www. Nella ver- sione 5 sono state aggiunte nu- merose funzionalità alcune del- le quali derivanti dai sistemi VMware per server.

    Controllo più accurato sui punti di ripristino Rispetto alla versione 4. In caso di problemi con la nuova configu- razione si ritorna rapidamente alla precedente o ad altre velo- cizzando l'investigazione delle cause che hanno provocato il blocco, il ritorno non cancella i punti creati successivamente.

    Nel primo caso gli altri utenti creano un collegamento al Template, le modifiche fatte su questa macchina sono sal- vate in un file di piccole dimen- sioni sul disco dell'utente che ha creato il collegamento. In questo modo si possono con- dividere diversi template senza impegnare tanto spazio sul di- sco locale.

    La seconda moda- lità crea una replica completa del sistema operativo, delle ap- plicazioni e del contenuto del disco. VMware 5 con- sente inoltre di registrare dei filmati AVI delle operazioni, una funzionalità utile per gli istruttori. Miglioramenti anche nella gestione della rete che ci aveva causato qualche problema di configurazione con la versione 4.

    VMware 5 rimuove auto- maticamente la precedente versione ma nel nostro caso non ha ripristinato le macchine virtuali già create situate in un percorso diverso da quello pre- definito. Un piccolo problema facilmente risolvibile specifi- cando manualmente al pro- gramma la destinazione. Non esiste una versione localizzata in italiano. PDF Create! Offre crittografia a bit con password, com- pressione, incorporazione ca- ratteri, mix tra immagini PDF e testi PDF, segnalibri, filigrane, indici, hyperlink, supporto co- lore, conversione batch, so- vrapposizione di documenti di- versi.

    PDF Converter 3 esegue l'o- perazione opposta: converte fi- le PDF in documenti editabili in formato Word, Excel e Word- Perfect con mantenimento del layout originale colonne, ta- belle, grafica , o ne estrae le im- magini. PDF Converter Professional 3 incorpora le funzionalità di ambedue gli altri software, e vi aggiunge l'editing direttamente nel file PDF: ricerca, dimensio- namento immagini, creazione form PDF, firma digitale per ga- rantirne l'autenticità, miniatu- re, commenti, pop-up, confron- to tra due PDF, possibilità di al- legare file audio, video ed ese- guibili.

    Le funzioni di editing all'interno di PDF so- no di ottimo livello, ed alcune, come il confronto tra due PDF, l'inserimento di file audio e la creazione di form, sono pre- senti solo nella costosa versio- ne professionale di Adobe Acrobat euro. La creazio- ne di form offre programmazio- ne azioni apertura link Web e file, importazione dati in base alle operazioni dell'utente, cal- coli matematici con i valori in- seriti, validazione campi, lan- cio di script Java.

    L'editing del testo è più lento di quello di Acrobat, mentre l'editing di oggetti gra- fici vettoriali è persino migliore di quello Adobe: ci sono basta- ti due clic per ruotare un logo all'interno di un documento PDF non creato da noi, con tan- to di indicazione in tempo rea- le dell'angolo di rotazione, mentre con Acrobat è possibile spostare ma non ruotare gli og- getti.

    La conversione in PDF da documenti ed e-mail avviene automaticamente, in base ai settaggi da noi impostati, tra cui la compatibilità con PDF 1. La qualità di con- versione è perfetta con docu- menti Word: il PDF è indistin- guibile dal documento origina- le.

    Con le pagine Web invece il software ScanSoft è nettamen- te inferiore ad Adobe Acrobat: molta grafica non viene ripor- tata, i font non sono esatta- mente corrispondenti e la struttura della pagina è meno fedele. La conversione av- viene con buona precisione e la struttura originale è ben man- tenuta. OmniPage 14 è più pre- ciso in questo specifico compi- to, ed infatti lo stesso manuale consiglia a chi ha OmniPage di usare quest'ultimo per la con- versione PDF-Word.

    L'editing è poi un vero "plus", con molte fun- zioni presenti solo in Acrobat Professional. Le funzioni as- senti rispetto ad Acrobat Pro- fessional sono soprattutto quelle dedicate alla stampa professionale come il PreFlight controllo di compatibilità , e quelle per l'ingegneria, come la creazione di PDF multilayer da AutoCAD. Seguendo la tendenza che sta prendendo sempre più pie- de, ZoneLabs ha voluto rila- sciare un prodotto che rac- chiuda in un'unica compatta soluzione, diverse funzionalità spesso distribuite sotto forma di pacchetti "stand alone".

    La suite ZoneAlarm integra, infat- ti, un firewall, un antivirus, un antispyware, un modulo per il blocco dello spam, un sistema "antifrode".

    Se si fa uso di un personal computer direttamente colle- gato alla Rete, l'accoppiata "personal firewall" più antivi- rus si rivela oggi indispensabi- le.

    Il lato firewall del prodotto integra una nuova versione di SmartDefense Advisor, il siste- ma con cui il programma mette in allerta l'utente circa attività sospette o tentativi di connet- tersi a Internet da parte di un'applicazione.

    Un buon "per- sonal firewall", infatti, oltre a proteggere il sistema dagli at- tacchi esterni deve essere in grado di sorvegliare il traffico in uscita dal PC: SmartDefense si basa su un archivio di "rego- le firewall" che è stato notevol- mente ampliato rispetto alle precedenti versioni. L'obiettivo è quello di ridur- re la comparsa di finestre che invitino l'utente alla configura- zione delle regole di accesso per le applicazioni che usano Internet.

    A ratofMA Li :r. Per ciascuna applicazione è possibile impostare ora tre "li- velli di affidabilità". Ai pro- grammi configurati col livello più basso vengono impedite azioni potenzialmente perico- lose mentre a quelli più fidati vengono permesse operazioni che diversamente sarebbero considerate come sospette.

    Il software sa difendersi da di- versi tipi di attacco tesi a disa- bilitarne le funzionalità o ad in- terferire con il suo corretto fun- zionamento teak test. Il modulo antispyware di Zo- neAlarm, a differenza di molti prodotti freeware disponibili in Rete, effettua un controllo in tempo reale dell'attività del si- stema bloccando sul nascere eventuali tentativi di malware di insediarsi sul sistema.

    La protezione è estesa anche a tutti i software utilizzati per re- gistrare le azioni compiute da parte dell'utente con il PC key- logger. ZoneAlarm generalmente tende ad eliminare Spyware e malware prima di chiedere conferma all'utente, comporta- mento - questo - apprezzabile.

    Alcune applicazioni shareware e freeware utilizzano compo- nenti "adware" che mostrano, ad esempio, banner pubblicita- ri.

    In que- ste situazioni è possibile deci- dere se disinstallare il software o tenersi il componente "adwa- re" ripristinandolo dall'area Quarantena di ZoneAlarm. Sarebbe auspicabile l'inte- grazione di un sistema di log ancora più evoluto che mante- nesse traccia di tutti gli oggetti chiavi e valori eliminati dal registro di Windows nella fase di rimozione dei componenti Utilizzo consigliato ZoneAlarm si conferma un buon software di sicurezza.

    Integra in un unico pacchetto le funzionalità antivirus, firewall e antispyware. A differenza delle precedenti versioni, che si limitavano a ri- nominare i file eseguibili ricon- ducibili all'attività di virus at- tribuendo loro estensioni "in- nocue", la sesta versione di Zo- neAlarm dispone di un antivi- rus che offre un ottimo sistema di "quarantena".

    Il modulo an- tispam non è cambiato molto rispetto al passato e risulta an- cora migliorabile nella fase di riconoscimento della posta in- desiderata. Presenti anche funzionalità per la protezione della naviga- zione da parte dei minori e per la prevenzione del pericolo di sottrazione di dati personali.

    Cattura le schermate da Web o software e le sottopone a OCR FineReader è assieme ad Om- niPage il miglior OCR sul mercato, e negli ultimi anni si è distinto per la maggiore precisione nel riconoscimento di testi "difficili", come font non standard, testi pubblicitari o al- l'interno di riquadri colorati, e nel riconoscimento di tabelle. OmniPage nelle ultime versioni è invece risultato il migliore per precisione assoluta nei norma- li testi a stampa e nella resa del- la struttura originale di pagine complesse in documenti Word.

    La versione 8 di FineReader ha diverse nuove caratteristi- che, tra cui la riproduzione in Word del colore originale dei ri- quadri di sfondo dei testi chiari funzionalità già offerta da Om- niPage e che sinora FineReader offriva solo salvando il PDF , il supporto del dizionario utente di Word e di funzionalità avan- zate del PDF come i link interni, il riconoscimento degli indirizzi Web, il salvataggio nel formato ".

    LIT" utilizzato dagli eBooks, e la nuova utility Screenshot Reci- der che cattura le schermate e le sottopone ad OCR immedia- to, caratteristica utile per im- portare testi e tabelle da pagine Web o da altri software. Tra le altre caratteristiche ri- cordiamo le lingue di cui 36 con dizionario per verificare la correttezza delle parole, più di- versi linguaggi di programma- zione, riconoscimento tabelle, testi "in negativo", testi multi- lingue, pagine a colori, esporta- zione in formato Word, Excel, PDF, HTML, XML, PPT, DBF e LIT, riconoscimento testo verti- cale, scansione libri aperti con divisione automatica pagine.

    Manca la lettura con sintesi vo- cale del testo riconosciuto, uti- le anche per i non vedenti, pre- sente invece nel programma concorrente OmniPage.

    Il mi- glioramento è avvenuto intera- mente nel campo in cui Fine- Reader era inferiore ad Omni- Page, ovvero il riconoscimento di testi standard in corpo di buona qualità. FineReader è invece sempre stato superiore ad OmniPage nei testi minu- scoli e di bassa qualità. La resa delle pagine com- plesse in Word è migliorata: ora nei riquadri con testi bianchi su sfondi colorati gli sfondi man- tengono il colore originale, mentre nella versione 7 veniva- no resi sempre in nero.

    Inoltre FineReader conferma la superiorità nel riconoscimento di testi difficili e soprattutto di tabelle. Se invece che in Word si salvano le pagine in PDF, Fine- Reader 8 è migliore rispetto a FineReader 7, ma sempre infe- riore ad OmniPage, in quanto i colori degli sfondi sono meno vicini all'originale.

    FineReader resta il re del ri- conoscimento tabelle: ulterior- mente migliorato rispetto alla versione 7 è ora praticamente perfetto, mentre OmniPage commette ancora qualche raro errore come l'unione di 2 celle, che comunque compromette l'integrità dei dati, mentre con FineReader si va sempre sul si- curo. Le caratteristiche principali sono: riconoscimento tabelle, testi "in negativo", testi multi- lingue, pagine in toni di grigio e a colori con mantenimento della struttura grafica, Wizard, esportazione in formato Word, Excel, PDF ed HTML, manteni- mento colori originali dei testi, riconoscimento testo verticale e immagini in tabelle, scansio- ne libri aperti con divisione automatica delle pagine affian- cate, lingue riconosciute, avvio dall'interno di Word.

    All'epoca FineReader 5 era il miglior OCR sul mercato, e questo lo rende in grado di competere anche con gli OCR attuali, in quanto le prestazio- ni sono decisamente eccellen- ti. Note di installazione Dopo aver ottenuto il nu- mero di serie tramite Internet, cliccate due volte su Install. Terminata l'installazione è necessario installare separa- tamente altri tre componenti: l'interfaccia utente in italiano doppio clic su Italian.

    Chiuderla per passare alla normale procedura d'uso "non guidata". Nella finestra principale di FineReader vedrete alcuni pulsanti numerati, che rappresentano la sequenza di operazioni da compiere. Cliccare sulla freccia accanto al pulsante Scandisci, e dal menu scegliere Opzioni. Sarà visualizzata una finestra a schedario con diversi Tab.

    Cliccare su Riconoscimento e scegliere Italiano dalla lista sotto Lingua di riconoscimento. Con la seconda, ogni volta che acquisirete una pagina, verrà visualizzato il pannello di controllo dello scanner.

    Con Usa interfaccia FineReader si attiverà il pulsante Impostazioni scanner, nel quale potrete impostare gli stessi parametri risoluzione e tipo di scansione che verranno utilizzati automaticamente da FineReader, senza passare dal pannello dello scanner. La scelta dipende dalle esigenze: se acquisite pagine intere con le stesse impostazioni meglio l'interfaccia di FineReader, che velocizza le operazioni.

    La risoluzione ottimale è DPI, che possono diventare nel caso di testo di scarsa qualità, o di piccole dimensioni. Selezionati i parametri corretti, cliccare su Scandisci, poi terminata la scansione cliccare su Leggi e FineReader riconoscerà i testi. Infine, cliccare su Salva e scegliere il formato desiderato. Cliccare nuovamente su Scandisci e poi su Leggi. In questo caso vedrete che FineReader incornicerà con colori diversi le zone riconosciute come testo verde , tabella blu e grafica rosso.

    Se ci fossero degli errori potrete correggerli cancellando i box errati con il tasto Cane e disegnando manualmente le zone tramite gli strumenti presenti sulla sinistra. Per archiviare pagine complesse ottenendo un layout identico all'originale è meglio salvare in PDF con l'opzione Testo sopra immagine pagina, selezionabile cliccando sul pulsante Impostazioni Formati e poi sul Tab PDFnella finestra che compare quando cliccate su Salva. L'installazione del software è veloce ma non in lingua italia- na; durante questa fase verrà chiesto se si desidera installare i plug-in per Dreamweaver e Frontpage, due tra i più diffusi editor HTML oggi presenti sul mercato.

    DHTML menu, una volta in- stallato non occupa più di 8 MB su hard disk, si avvia veloce- mente e non richiede una con- figurazione hardware di ultima generazione per lavorare cor- rettamente. Se si seleziona la voce DHTML Menu sotto il menu Sothink , si aprirà una finestra contenente oltre cento tempia- te da cui partire per la creazio- ne del proprio menu. Una volta selezionato il modello deside- rato, DHTML Menu apparirà in una finestra a tutto schermo, nella quale l'utente sarà in gra- do di modificare ogni singolo aspetto del menu, personaliz- zandolo a proprio piacimento.

    L'interfaccia di DHTML non è molto intuitiva e la totale as- senza di un tutorial o di un Wi- zard rende l'utilizzo ancor me- no semplice. È necessaria quin- di un po' di pratica per riuscire a personalizzare e creare un proprio menu di navigazione.

    Sothink Otenrja Download Trial Versioni! Il software è studiato per rendere semplice lo sviluppo di un menu di navigazione, uti- lizzando correttamente un lin- guaggio come Javascript un po' ostico per i neofiti.

    La schermata è divisa in tre diverse parti: sul lato sinistro oltre al pulsante New per la creazione di un nuovo menu Open per aprirne uno esisten- te e Save per salvare il pro- prio lavoro è presente anche quello di Publish, utile una vol- ta finita la lavorazione.

    La par- te centrale della schermata propone invece un diagramma ad albero con cui è possibile ri- salire a tutte le voci dei diversi menu creati al fine di rendere più semplice l'accesso e la mo- difica anche di una sola di que- ste voci per volta. La parte de- stra della schermata è sicura- mente la più utilizzata in fase di lavorazione e offre numerosi campi di modifica per ogni ele- mento presente all'interno del proprio menu.

    Note di installazione Per completare con succes- so l'installazione è necessario essere collegati a Internet: il software porta automatica- mente ad una pagina Web in cui bisogna inserire solo l'indi- rizzo e-mail e cliccare sul pul- sante Submit. Avviato DHTMt Menu, è possibile creare un nuovo menu: è sufficiente premere l'icona in alto a sinistra, denominata new e scegliere dal menu a tendina la voce From Template.

    DHTMt Menu visualizzerà oltre modelli di menu, a voi scegliere il più indicato per la realizzazione del progetto. Il pannello centrale della schermata di lavoro presenta una struttura ad albero del proprio menu: in questa maniera è possibile avere sempre sotto controllo ogni voce con relative sottosezioni. La parte destra della schermata è quella più ricca di comandi: attraverso questa sezione è possibile cambiare gli attributi principali del menu, come i colori, i nomi delle sezioni e i link a cui determinati pulsanti devono fare riferimento.

    Selezionando la voce del menu che si desidera modificare agendo sulla parte centrale della finestra dove è situato lo schema ad albero del menu i parametri di modifica cambieranno, a seconda dell'elemento selezionato. Per modificare i colori generali di un menu è sufficiente selezionare l'elemento Top-level menu alla voce Background, posta sulla parte destra dell'interfaccia selezionare il colore. Una volta avviata la procedura, il software offre due possibili modalità per integrare il proprio menu: la prima prevede l'inserimento diretto all'interno di una pagina Web, il secondo invece offre l'opportunità di copiare il codice creato e di incollarlo nel codice della propria pagina HTML; il risultato finale sarà comunque identico.

    Si consiglia di utilizzare la seconda modalità. E voi sarete uno di loro, il ca- pitano, e dovrete condurli per portare a termine le missioni che via via vi verranno asse- gnate, infiltrandovi nelle linee nemiche, per tentare di cam- biare le sorti della guerra.

    Ecco Deadly Dozen, il gioco che trovate allegato al presente numero di PC Open versione Gold , uno sparatutto in prima persona che vi sorprenderà per il realismo grafico e per la capacità di coinvolgervi nella preparazione delle missioni e quindi nell'azione. Le dieci missioni che com- pongono il gioco sono ambien- tate in varie zone dell'Europa e del Nord Africa e avrete a di- sposizione armi e attrezzature, veicoli e mezzi corazzati.

    Utile è dare un'occhiata al manuale DVD2, Extras, Ma- rmai prima di incominciare a giocare: qui si trovano anche informazioni circa il materiale bellico delle opposte fazioni e il suo utilizzo ottimale durante il conflitto. Come per tutti i giochi di questo genere, vi consigliamo di impratichirvi con i comandi- tastiera: per questo consiglia- mo di iniziare a giocare parten- do dalla sezione "tutorial!

    Scopo del gioco è ovvia- mente portare a compimento la campagna che avete scelto all'inizio del gioco. Ad esempio dovrete utiliz- zare la diplomazia e l'astuzia per guadagnare la fiducia delle popolazioni neutrali come l'I- talia, la Polonia e la Germania che potranno farvi comodo nel proseguimento dell'azione.

    Dovrete imparare ad utiliz- zare al meglio le forze militari per conquistare le città delle nazioni nemiche e mantenere il predominio delle colonie. Le armate di War and Peace, dirette da famosi generali e ammiragli del calibro di Napo- leone e Nelson, sono compo- ste dalle tre grandi forze del- l'epoca: la fanteria, la cavalle- ria e l'artiglieria, affiancate, a vostra discrezione, da unità speciali come navi da guerra, partigiani e spie.

    Ogni nazione dispone di 14 unità militari e di 15 bastimen- ti. Viste le variabili dja tenere sotto controllo, è ovfcio che il gioco non sia proprio di utiliz- zo immediato. Fin dal lontano Larry ci ha allietato con le sue stravaganti avventure, ma oggi noi impersoniamo il nipote, un po' sfigato, del grande playboy Larry, il protagonista dei primi sette capitoli e delle due rac- colte. Siamo studenti iscritti al- l'Università nel tentativo di lau- rearci, ma come scopriremo ben presto, le distrazioni in un campus universitario sono pro- prio tante, se poi sono gli or- moni ad ispirare le azioni Il rischio di un gioco volgare è molto mitigato dall'ironia ed anche dall'aspetto del perso- naggio, le ragazze sono invece belle ed attraenti ed alcune di loro finiranno con lo spogliarsi completamente.

    Quindi gioco vietato ai minori, come richie- sto sulla confezione. Lo spunto del gioco lo offre uno spettacolo televisivo, Swingles, da girare nel campus; Larry vuole a tutti i costi entra- re nel cast della trasmissione. Per riuscire nell'intento dovrà conquistare la conduttrice e per fare questo dovrà prima conquistare molte altre ragaz- ze. Inoltre dovremo essere in grado di scegliere le risposte giuste alle frasi che ci verranno rivolte attraverso alcuni mini- giochi di stile arcade e non troppo difficili da superare.

    I dialoghi in cui saremo coinvol- ti saranno sempre piuttosto co- mici, in un mix di doppi sensi e frasi assurde. Inoltre dovremo superare al- cuni brevi giochetti di abilità, che richiederanno velocità e tempismo, un po' retro come scelta, ma apprezzabile nel contesto dell'avventura.

    La grafica di gioco è sempli- ce e colorata, sicuramente in grado di mettere di buon umo- re. L'audio vince una bella cita- zione solo per la simpatia dei dialoghi, tutti rigorosamente tradotti in italiano, e per le buf- fe musiche che ci accompagne- ranno nelle le varie fasi di gio- co.

    In sintesi un gioco consi- gliato a chi vuole divertirsi un po' in maniera semplice e striz- za l'occhio alle commedie sexy- comiche americane alla Euro- trip o American Pie. Gli stessi alieni che si pensano au- tori dell'inizio di una civiltà maestosa e antica quale quella Maya. Ti consigliamo di collaborare con il produttore del computer prima di installare il driver in modo da non perdere caratteristiche o personalizzazioni.

    Consultate l' elenco dei siti Web di supporto per i produttori. L'uso del software sarà regolato dai termini del Contratto di licenza del software incluso nel software scaricato. By copying, installing, or otherwise using the Software, you agree to be bound by the terms of this Agreement.

    If you do not agree to the terms of this Agreement, do not copy, install, or use the Software. Any other use of the Software, including but not limited to use with non-Intel component products, is not licensed hereunder. Subject to all of the terms and conditions of this Agreement, Intel Corporation "Intel" grants to you a non-exclusive, non-assignable, copyright license to use the Materials.

    You may not copy, modify, rent, sell, distribute, or transfer any part of the Software except as provided in this Agreement, and you agree to prevent unauthorized copying of the Software. You may not reverse engineer, decompile, or disassemble the Software.

    The Software may include portions offered on terms in addition to those set out here, as set out in a license accompanying those portions. You may copy the Software onto a single computer for your personal use, and you may make one back-up copy of the Software, subject to these conditions:? OEM LICENSE: You may reproduce and distribute the Software only as an integral part of or incorporated in your product, as a standalone Software maintenance update for existing end users of your products, excluding any other standalone products, or as a component of a larger Software distribution, including but not limited to the distribution of an installation image or a Guest Virtual Machine image, subject to these conditions: 1.

    You may not copy, modify, rent, sell, distribute or transfer any part of the Software except as provided in this Agreement, and you agree to prevent unauthorized copying of the Software. You may only distribute the Software to your customers pursuant to a written license agreement. Such license agreement may be a "break-the-seal" license agreement.

    At a minimum such license shall safeguard Intel's ownership rights to the Software.

    Driver chiavetta wireless...AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!?

    You may NOT: i use or copy the Materials except as provided in this Agreement; ii rent or lease the Materials to any third party; iii assign this Agreement or transfer the Materials without the express written consent of Intel; iv modify, adapt, or translate the Materials in whole or in part except as provided in this Agreement; v reverse engineer, decompile, or disassemble the Materials; vi attempt to modify or tamper with the normal function of a license manager that regulates usage of the Materials; vii distribute, sublicense or transfer the Source Code form of any components of the Materials, Redistributables and Sample Source and derivatives thereof to any third party except as provided in this Agreement.

    No rights or licenses are granted by Intel to you, expressly or by implication, with respect to any proprietary information or patent, copyright, mask work, trademark, trade secret, or other intellectual property right owned or controlled by Intel, except as expressly provided in this Agreement. Except as expressly provided herein, no license or right is granted to you directly or by implication, inducement, estoppel, or otherwise. Specifically, Intel grants no express or implied right to you under Intel patents, copyrights, trademarks, or other intellectual property rights.

    The Software is licensed, not sold. Title to all copies of the Software remains with Intel. The Software is copyrighted and protected by the laws of the United States and other countries and international treaty provisions.

    You may not remove any copyright notices from the Software. You agree to prevent any unauthorized copying of the Software. Intel may make changes to the Software, or to items referenced therein, at any time without notice, but is not obligated to support or update the Software. You may transfer the Software only if the recipient agrees to be fully bound by these terms and if you retain no copies of the Software.

    If the Software has been delivered by Intel on physical media, Intel warrants the media to be free from material physical defects for a period of ninety days after delivery by Intel.

    If such a defect is found, return the media to Intel for replacement or alternate delivery of the Software as Intel may select. Intel does not warrant or assume responsibility for the accuracy or completeness of any information, text, graphics, links, or other items contained within the Software.


    Ultimi articoli