Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

SCARICARE COPIONI TEATRALI BRILLANTI DA

Posted on Author Tegul Posted in Libri


    scarica gratis i copioni di Stefania De Ruvo per commedie brillanti e drammi teatrali, premiati in vari concorsi, divertenti, perfetti per la messa in scena. Testi e copioni comici commedie teatrali prosa e musicali. Scarica e leggi i copioni brillanti e i testi comici delle commedie teatrali (Finestra 2 da sinistra). Scopri come scaricare Commedie Comiche, divertenti e brillanti!. Copioni - Testi Teatrali di Commedie Comiche Brillanti Divertenti.

    Nome: copioni teatrali brillanti da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 39.46 MB

    A pulitica di cicciu u pagghiazzu Commedia in Dialetto Quello che rimasto della politica di un tempo, quando i grandi partiti riuscivano a trasmettere, nel bene e nel male, quelli che erano i valori fondamentali ci certi A valletta du patri eternu Commedia in Dialetto Quando si pensa male degli altri, i guai peggiori ce li troviamo addosso.

    Tutti siamo soggetti a sbagliare, e nessuno escluso pu, degli altri, farsi meraviglia; tanto che Amara a cu ci capita Commedia in Dialetto Briosa commedia in tre atti, ambientata ad anni or sono anni settanta , e che vede coinvolti personaggi di varie tinte: Melo, uno dei pochi calzolai rimasti a Belmonte Amuri di Tiatru Commedia in Dialetto Tainan era unu ca riscurria e pinsava a troffa.

    Cos recita il testo allinizio.

    Gli ex-alunni e insegnanti sembrano tutti amici e solidali ma un arrivo inaspettato smuoverà il fango e Durante una cena in maschera organizzata per raccogliere fondi a scopo benefico si ritrovano politici e Personaggi dell'alta società e qualche avventuriero senza scrupoli. Con la scusa dell'aspetto mascherato c'è chi ne approfitta per lanciare accuse ai presenti finché la situazione precipita e La storia bene o male la conoscono tutti: è la vicenda di una povera ragazza derisa dalle sorellastre e costretta dalla matrigna ai lavori più umili.

    Per il lieto fine della fiaba questa situazione cambierà grazie all'intervento di una buona fata, che trasformerà dei topi in cocchieri e una zucca in carrozza permettendo a Cenerentola di andare al ballo di corte dove, fuggendo allo scoccare della mezzanotte, perderà la famosa scarpina di cristallo che il principe troverà facendo la sua fortuna.

    Pino è depresso perché è disoccupato e tutte le attenzioni che la moglie gli dedica non fanno che aumentare la sua depressione perché agli occhi di tutti lui ormai è il "Povero Pino". Casualmente un giorno si lascia scappare per strada l'esclamazione che vuole farla finita e improvvisamente gli si presentano alla porta una serie di improbabili Personaggi che lo vogliono "assumere" perché si suicidi per dare visibilità alla loro causa Risate amare sulle moderne dinamiche della comunicazione.

    Federico Garzottoscotton, eterno studente di medicina a Padova, si finge medico psichiatra per continuare a spillare quattrini allo zio Berto allevatore abitante di Lastebasse , a sua volta finanziato dalla pittoresca moglie Egle. La coppia, inaspettatamente, arriva a Padova per vedere l'Ospedale dei Pazzi che il nipote dica di aver costruito. Antonio Fiaschetto e la moglie Giovanna sono i proprietari dell'albergo Pace, una pensione a gestione familiare che si trova in un paesino di provincia.

    Con loro lavorano anche il fratello di Antonio, Giuseppe, donnaiolo impenitente, e la loro unica figlia Rosina. Sarebbe veramente una pensione tranquilla se i Fiaschetto non ospitassero tra i loro clienti un altro dongiovanni incallito, Paolo Residola, artista che si spaccia per il sosia di Renato Zero e un mafioso italoamericano, Felice Zanetti, venuto a recuperare una fantomatica valigia lasciata in custodia ai Fiaschetto da un suo socio pagato proprio per eliminare Residola, ma arrestato poco prima che compia il delitto.

    Sul set della famosa soap opera "Clinica Convenzionata" viene commesso un delitto. Durante le riprese di una delle puntate conclusive del serial viene ucciso Vincent Winner, regista e produttore della soap. Sembra un delitto impossibile, in quanto avviene nella sala regia proprio durante le riprese e nessuno dei presenti dichiara di essere salito in regia.

    In epoca in cui i Talent Show e i Reality imperversano, un gruppo di ragazzi si presentano per la selezione in una scuola di teatro. Ciascuno con le proprie speranze, paure e sogni, e ciascuno con una parte da far vedere Qualcuno ce la farà, qualcuno no, ma la vita va avanti, comunque.

    C'erano i pescatori, i mariti, i frati, i giovani, le ragazze, le donne, quelle di casa, quella che "dà il meglio di sé", quella che legge le carte e qualcos'altro, la maestra dagli occhi spenti Giacomo fa il pane e, cascasse il mondo, nulla gli potrà sconvolgere la vita E il suo mondo casca.

    Siamo negli anni '60, in pieno boom economico. I cambiamenti assediano Giacomo e le sue certezze. Arrivano i supermercati, i frigoriferi, i mangiadischi La radio trasmette le urla di capelloni malvestiti ed i ragazzi confondono curiose convulsioni con il ballo.

    Persino in famiglia si lasciano prendere da questa insana euforia. Il testo descrive in maniera ironica e graffiante i vizi e le manie di un tipico imprenditore veneto, con la passione per il teatro,. Storie di orchi, storie di streghe, storie per far spaventare i bambini, si combinavano affari, si comprava e vendeva il bestiame e si combinavano matrimoni.

    Prendendo spunto da alcune storie trascritte da Attilio Benetti e ispirandomi liberamente, ma molto liberamente a "Uilliam Scespir" ho messo insieme tutti gli ingredienti e ne è nato questo testo. Quattro persone si avvicinano alla croce, ciascuno per un motivo diverso, ciascuno per una richiesta diversa, ciascuno con una fede diversa.

    Per ciascuno ci sarà una risposta? E' una storia non di "cavalier" ma sicuramente "d'arme ed amore" che si sviluppa sullo sfondo della battaglia combattuta sul finire del dai Thienesi per la liberazione di Rovereto che voleva affrancarsi dal dominio austriaco e chiedeva l'annessione alla Serenissima Repubblica di Venezia. La trasposizione teatrale di una delle fiabe cimbre più amate e conosciute, quella che racconta la storia di Ghertelina, fanciulla dalla voce magica che, finché cantava, teneva lontani coloro che si inoltravano nella valle con cattivi pensieri.

    Sul rumore del mare, dei flutti che battono fra le calli di Venezia e il vento della notte, irrompe sulla scena, calandosi dall'alto misteriosamente, Giacomo Casanova. La scena è buia. Il clima è clandestino.

    Hai letto questo?SCARICARE FILM MACHETE

    È appena scappato dal carcere dei Piombi di Venezia. Autore: David Conati Genere: Commedia in dialetto veronese Personaggi: Testo modulare che si adatta a un numero variabile di attori da 8 a Azzago è una località poco distante da Verona i cui abitanti hanno fama di essere particolarmente matti.

    Fama ripresa dallo scrittore Ezio Bonomi che ha riportato in un libro moltissimi episodi curiosi che hanno per protagonisti gli abitanti di Azzago. Un monologo che ha per protagonista Sugar Bing, il dritto di Chicago nato dalla fantasia di Fred Buscaglione. Il protagonista, in un certo senso alter ego di Buscaglione stesso, è un gangster dal cuore d'oro, che ama la bella vita, il whiskey, le belle donne ma che conosce i valori dell'amicizia e della lealtà.

    Nel suo monologo, in tipico stile Buscaglione, ci racconta le sue avventure con i ragazzi della banda, l'Anonima Assassini, i loro colpi e le loro scorribande. Come in tutte le comunità, anche in questa, dietro al velo di apparente perbenismo, si nascondono delle inconfessabili verità e dei retroscena assurdi quanto spassosi. Il fondatore dell'azienda Vitivinicola Cantina Miranda è scomparso in mare a bordo di un velivolo da turismo mentre era in viaggio d'affari in Centroamerica.

    In assenza del marito intanto la signora Miranda prende la guida della Cantina, decisa a nominare un nuovo Amministratore Delegato a cui affidare la gestione dell'azienda, ostacolata da Ketty, la fedele segretaria del signor Austero, che non vede di buon occhio la presenza di Miranda in ufficio.

    È una famiglia di Orsi, più di nome che di fatto, e il cognome lo hanno ereditato dall'arzillo patriarca, ricco e furbo come non mai, abituato a fare sempre di testa sua nonostante la veneranda età.

    La vicenda si svolge nella casa di campagna dell'anziano dove per il suo compleanno, cento anni, i familiari vanno in visita sperando di potersi conquistare con la buona condotta l'agognata eredità. La vicenda prende spunto da una leggenda popolare, che vede due comuni del l'entroterra del Lago di Garda contrapporsi a causa di un pozzo, situato proprio sul confine tra i due territori.

    Proprio nel giorno del suo compleanno, Adriana perde tragicamente il marito ed i due figli, vittime di un incidente stradale.

    A MORIRE VANNO SEMPRE GLI ALTRI

    Dopo il dramma, al dolore per la grave perdita si aggiungono le difficoltà di un'estenuante battaglia legale. Chi ha distrutto la famiglia di Adriana è Filippo, un giovane benestante, che la mattina dell'incidente guidava ubriaco, dopo una notte brava con gli amici. Il padre di Filippo è Marco, un noto avvocato, che si dà subito da fare, con azioni non sempre lecite, per evitare la condanna del figlio ed un esborso di denaro per gli indennizzi che potrebbe essere altissimo.

    Uno strano incontro tra due donne molto diverse: Gaia Portofranco, donna alternativa, vegetariana e dedita all'ayurveda e Bianca Felicita di Roccanormanna, nobile siciliana decaduta. Gaia, alle prese con i conti da pagare, affitta una stanza a Bianca. Data la diversità tra le due protagoniste la convivenza è impossibile. Per fortuna, perché da questa convivenza impossibile nasceranno situazioni assai divertenti.

    I due amici sono appena tornati da una vacanza ad Ibiza e trovano in segreteria un messaggio di Elide, la madre di Pierre, che li informa che passerà da lui esattamente la sera stessa per conoscere la sua futura nuora.

    Tratto dal romanzo di Tim Parks. Uno spaccato della provincia italiana di fine anni 80, dove in un condominio eletto a microcosmo rappresentativo, la piccola comunità vive praticamente una spicciola quotidianità al limite di un paradossale assunto di a-normalità, con le abitudini, le manie, le ritualità, i vizi, le virtù tipiche degli italiani di quel periodo, viste attraverso lo sguardo ironico e disincantato di uno scrittore inglese.

    Il testo si basa su un lavoro di ricerca storica che racconta la storia della città di Verona e dei suoi abitanti nel periodo che va dal al , circa cinquant'anni densi di avvenimenti, narrati attraverso la voce di Giacinto Manganotti, scrivano dell'epoca al servizio dell'Oste Valentin Alberti.

    Claudio Notti, giovane investigatore privato, assieme alla sua recente fidanzata Manta, una giovane medium, organizza una cena con un gruppo di amici. Lo scopo della cena non è ben chiaro a tutti, ma a poco a poco emerge un desiderio di vendetta da parte dei commensali nei confronti di uno degli invitati: Alessio Manzon.

    Egli è un brillante cardiologo nonché dongiovanni impenitente, con cui tutti hanno avuto modo di scontrarsi diverse volte in passato. Mario Bianchi è un broker assicurativo che in seguito ad una promozione è stato trasferito nella prestigiosa sede di New York.

    È il mattino dell'11 settembre quando Mario prende servizio nel suo nuovo ufficio e la realtà improvvisamente si trasforma in modo quasi surreale. La vicenda ruota attorno all'indagine per il furto di una vecchia cintura con la fibbia d'argento, il cui ritrovamento avverrà per merito di Elvira, la strega, cui si sono rivolti gli abitanti del paese, ingiustamente incolpati dal proprietario del monile. Tutti fuggiamo da qualcosa, da noi stessi, dai nostri difetti, dalla nostra routine quotidiana, da chi ci perseguita.

    In fondo siamo tutti cacciatori ma allo stesso tempo anche prede, vittime e carnefici, malati e medici, creditori e debitori. Pescantina aprile : un gruppo di ragazze, aiutate da generosi giovani, organizza a Balconi un campo di accoglienza e ristoro per i soldati italiani, ex internati, che, dopo essere vissuti nei campi di concentramento, patendo fame, freddo, maltrattamenti di ogni genere, e senza notizie da casa, tornano in Patria e, forzatamente, fanno sosta nel territorio di Pescantina.

    Meglio tardi che mai: le cose si aggiustano anche per Egle, la levatrice del paese, per Angela, una bella ragazza del posto nata non si sa da chi, che vorrebbero dare in moglie a Luigi, neodiplomato figlio dei due signorotti del luogo, e per Augusto, tornato dopo tanto tempo in paese.

    Recita una vecchia filastrocca "Veneziani gran signori, Padovani gran dottori, Vicentini magnagati, veronesi tuti mati Fin qui la conoscono più o meno tutti. E dopo?

    Commedie in Dialetto

    Dopo come fa? Quanti lo sanno? Perché la storia non prende di mira solo i veneziani, padovani, vicentini e veronesi, ma si rivolge a tutte le provincie del Veneto sconfinando anche in quelle limitrofe. Ecco quindi che i Trevigiani sono pan e tripe, i rovigoti baco e pipe Una coppia di sorelle, soubrette in pensione, alla lotteria del circolo anziani vince un soggiorno premio nelle capitali europee, ma Come sono nati i Giochi Olimpici? A chi è venuta l'idea di contrapporre gli uomini in competizioni pacifiche?

    Non tutto quello che si dice, è quello che pensi. Un esilarante commedia con un poliziotto goloso e mistiche visioni. Il proprietario di questo albergo, racconta alcuni episodi successi nel suo hotel. Commedia divertente con molti colpi di scena. Il secondo atto, descrive la difficoltà d'inserimento che trovano oggi, gli extracomunitari. Praticamente non è cambiato nulla "la storia si ripete" Scarica.

    Testi disponibili

    Io e Casanova Commedia brillante in due atti. Attori :U 3 D 3 Ragazzo molto timido con le donne, cerca nelle pagine dei libri di Casanova frasi galanti per conquistare una ragazza.

    Una commedia con colpi di scene consecutive da la sciare lo spettatore senza fiato. Scarica Pdf. Attori : U 3 - D 3 Tre volontarie zitelle, sono suggestionate da un racconto di una di loro.

    Il racconto narra se un uomo indossa gli abiti di un amico morto, prende immediatamente le abitudini e i modi di quello morto. Esperimentano, e a due di loro, sembra che il loro sogno si sia realizzato, ma alla fine scoppia come una bolla di sapone. La terza, che si accontenta di tutto, riesce a realizzare il suo sogno.

    Con sorpresa finale. L'eredità di zio Tichico Commedia brillante in due atti. Attori: U 5 - D 3 Uno zio dimenticato, lascia una cospicua eredità ma a una condizione: che ci sia una continuità del suo nome e cognome. Le cose si complicano quando il prottagonista risulta essere sterile e gli aiuti richiesti risultano infruttuosi. Alla fine c'è una soluzione inaspettata.

    Scarica pdf. Un imprenditore volontariamente fallisce per non pagare le tasse e suoi fornitori. Per non farsi sequestrare tutti i suoi averi, intesta tutto a sua moglie e si separano. La moglie acquistata la sua libertà, aiutata dalle amiche scopre una nuova vita, e non torna più indietro.

    Attori : U 2 - D 3 Due lesbiche convivono.


    Ultimi articoli