Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

SCARICARE ANGOLO TESTO LEONARDO IT SEGUI STELLA CANZONE

Posted on Author Samukazahn Posted in Libri


    Contents
  1. E.STA.A.TE Testo
  2. Boots Marc Donna Da Jacobs Scarpe Stivali Di Nero D 35 Rosso Tgl 7aaEwrq
  3. Elenco eventi contest #ioleggoperché 2019
  4. Antonello Venditti

SCARICARE ANGOLO TESTO LEONARDO IT SEGUI STELLA CANZONE - Risposta a una domanda Qual è il titolo inglese di un pezzo funky che inizia per un?. ANGOLO TESTO LEONARDO IT SEGUI STELLA CANZONE SCARICA - Musica e intrattenimento Musica Testi. Mi sapere dire la canzone che hanno appena. ANGOLO TESTO LEONARDO IT SEGUI STELLA CANZONE SCARICA - Cosa significa la frase dei Pooh che dice: Che genere di musica ascoltano i bambini. SCARICA ANGOLO TESTO LEONARDO IT SEGUI STELLA CANZONE - Titoli di tutte le canzoni di biagio antonacci- i modà - sonorha e altre canzoni belle?.

Nome: angolo testo leonardo it segui stella canzone
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 30.32 Megabytes

Massimo Molinari Gennaio Fabrizio i leskero ovi rom ot Giorgio Bezzecchi. P rengjargjum Fabrizio po jek dive silalo i suslo, sar vajk andu Milano, angle ot Camera del Lavoro, po stighe kaj pe gjal andre. Hine urado kun roba ot sena, jek roba kali i retikani, i civlepe sukar vasu keri slike, vasu "Anime salve". Gjav nasat po ufficio kun gagjo so keri manza buti, Maurizio Pagani, kaj alo manza i pheni manghe ke hilo sukar kaj ov vakeri vasu roma.

Andu ufficio citinu lil so pisini po romane, i vale sunu giso, suno buth ricja, tinanupe.

Mi sono reso conto che viviamo in un mondo di merda Michael riposa in pace Solo dopo la morte? Meglio tardi che mai. Io sono stata indottrinata dall'età di 3 anni in avanti alla musica di M. Un colpo di fulmine Mi auguro che tu abbia continuato e ti dico: non fermarti mai! Io oggi ho 43 anni e mi sono innamorata di Michael proprio a 14 anni e ha cambiato la mia vita in un miracolo quotidiano, gli devo tutta la gioia che provo oggi. Un abbraccio gigante. Lui era diverso dagli altri.

Nilla io sono con te anche io provo le stesse cose e sto anche provando a far cambiare idea a tanta gente e a far cosi anche loro Questa canzone è stupenda Quoto pienamente lisa Michael eri davvero fantastico.. Un giorno spero anch'io di poter aiutare i bambini bisognosi.. Michael Jackson 6 sempre stato cosi debole e ingenuo Tu dovrest essere già leggenda xkè nn ho mai visto mai in tt la mia vita un uomo cm te!!!!!!!!!!!!!! La canzone Man in the mirror è a dir poco stupenda ed è anke la mia preferita..

Quando seppi della sua morte ne rimasi scioccata, nn potevo crederci, qlcs in me era cambiato ed ho cominciato ad ascoltare le sue canzoni e cercare su internet tt le informazioni riguardanti la sua vita privata Michael eri un grande perdonami se ho dubitato di te in passato Ho conosciuto michael in modo "serio" solo prima 2 mesi della sua morte quando ero piccola sono cresciuta sulle note di thriller e con convinzioni messe in testa dai miei genitori che si è voluto sbiancare o che era cattivo con i bambini In cuor mio vedevo come si comportava e con gli anni che passavano mi rendevo conto che erano tutte stupidagini create dai tabloid, fino a prenderne realmente coscienza di questa verità e ho cominciato ad informarmi su di te e sulla tua musica ho scoperto che eri e SEI un uomo eccezionale con un cuore grandissimo sempre attento al prossimo e hai bambini, che amavi profondamente Con questo Michael voglio solo dirti grazie, grazie per tutto ora tocca a noi portare avanti il ricordo di questo mitoooo Ti amiamo R.

P Da oggi nel paradiso è tutta un altra musica!!! Lasciamoci cullare dalle note armoniose di melodie che svelano il lato più puro del suo animo e ricordiamoci che ogni più piccola nota corrisponde ad un battito d'ali del nostro dolce angelo che vola libero nell'infinito cielo della memoria Michael mi ha aperto gli occhi alla realtà, mi ha fatto capire che viviamo in un mondo di merda Ora sei finalmente libero; libero di correre tra le nuvole del cielo libero di ballare e cantare libero di volare.

Con le ali, Perchè ora sei un angelo, Il tuo viso perfetto. Da sempre. Libero di essere felice e di sorridere non solo in una fotografia. Io non conosco Micheal ne l' ho mai conosciuto. Conosco all' incirca due sue canzoni, credo, ma da quando ho scoperto Man in the mirror la ascolto sempre: é bellissima! In quanto a lui come persona non so se quello che dicono é vero, ma so che era un gran ballerino e,soprattutto, un poeta.

Solo allora, passato presente e futuro si fondono e il nostro respiro diventa infinito. Michael Jackson, tutti parlano di te, il mondo canta con la tua voce, seguendo la tua danza di luce: il palco vuoto è immenso, perché sei ancora tra noi col meraviglioso segreto del tuo infinito. Cristiano Bartolomei. Sono una tua fan da tutta la vita E negli ultimi tempi Mi sono sempre sentita sola in un certo senso La sola nel voler difenderti, la sola nel cercare di proteggere la tua innocenza So in realtà di non esserlo mai stata..

I veri fan ti conoscevano, ti sostenevano, e ti amavano.. Ma io nel mio piccolo non ho mai saputo come aiutarti.. Sapevo che non stavi bene e che la tua vita si stava frantumando poco a poco, ma sapevo anche e speravo che prima o poi ti avremmo risentito ad un concerto Ci speravo tantissimo,ogni volta in cui ascoltavo una tua canzone..

Avrei voluto scriverti una lettera, una lettera di incoraggiamento Al mondo c'è tanta gente ignorante Michael Alle persone fa comodo a volte essere cieche.. Ma tu hai sempre fatto la tua degna figura.. La pagheranno MIchael, anche se so che non lo vorresti Ti adoriamo, non ti dimenticheremo mai.. Vivremo per quello che ci hai insegnato Questo te lo prometto.. Heal the world to make a better place , Jenny.

Un grande capolavoro.. Grazie per questa meraviglia di canzone e grazie di tutto! Goodbye Michael. Or more like the stars that twinkle at night.. You are the moon that glows in my heart.. Questa nn è sl 1a canzone Tu eri 1 angelo caduto dal cielo,ma noi nn ti abbiamo accettato.

A tt quelli k leggono vorrei dire:noi siamo fan di michael jackson,e cm suoi fan dobbiamo aiutarlo e sostenerlo,sempre e cmq. Dobbiamo farlo x lui,dobbiamo farlo x il re! IN NOI.. Io giuro non lo dimentichero mai era una persona speciale e voleva cambiare il mondo nel meglio.

Michael era una persona speciale e del tutto inimitabile;ora tocca a noi a portare avanti la sua musica,tocca a noi ricordarlo sempre come un uomo straordinario!!! Non trovo tante altre parole da dirti. Davvero non ne trovo. Ma io, adesso, riesco solo a dire che mi manchi.

Quel giorno, quel dannato giorno Qhesta canzone è fantastica una delle mie canzoni preferite di michael jackson ma voglio dire una cosa sugl'altri commenti k ho letto e sulle persone k dicono di averlo scoperto adesso: allora tutti dite di aver scoperto michael adesso k è morto, allora lo sapete k vi dico siete tutte persone false perchè prima giudicavate anche voi e adesso k è morto vi dispiace siete come tutte le persone k lo hanno accusato io l'ho scoperto quando avevo 7 hanni e adesso ce n'ho 21 quindi l'ho scoperto nel 96 e mi è puaciuto subito mi sono fatto tutta la discografia anche dei jeckson 5 se dite adesso k è grande, lo dovevate dire prima k morisse nn adesso k nn c'è più;mi manchi michael sei stato sempre il mio cantante preferito ti voglio bene re del pop addio..

Senza luicosa sarebbe la musica? Io non sono falsa, ho sempre cercato di non avere pregiudizi e devo farvi una confessione;quand'ero ragazza non mi piaceva MJ. Preferivo i cantautori italiani.

Vedere questo mio coetaneo che zompettava sculettando sul palco acchiappare il fondo dei pantaloni e gridare:"Io sono cattivo, io sono cattivo Ne avevo abbastanza di uomini "cattivi" ci mancava solo lui a ricordarmeli. Inoltre non ero ferrata in inglese, i media trasmettevano solo le sue performance più eclatanti e le notizie scandalistiche, ma io non mi curavo nè dell'une nè dell'altre.

L'annuncio della sua morte non mi sconvolse. Cose che succedono agli umani. E' successo anche a MJ. Dopo due mesi circa sento alla TV "She's out of my life". Mi fermo di botto. Un'interpretazione straordinaria. Pura finzione scenica o autentica espressione umana e artistica? Leggo, mi informo, compro il CD. Ascolto di nuovo. L'impatto emotivo è fortissimo. Come durante la lettura di una poesia di Quasimodo, la mia , la sua solitudine, quella dell'umanità intera vibrano nell'aria dentro e fuori di me.

Mi sciolgo e mi commuovo un po'. I miei figli mi chiedono: "Mamma che ti succede? Come succede talvolta per i grandi amori, ti passano accanto, ti sfiorano, ce ne accorgiamo solo quando non ci sono più. I love you. Grande RE Michael. E' per sempre. For all the time. Come scriveva spesso nelle sue canzoni, hai fatto caso come invece nei testi di oggi la parola "per sempre" appaia sempre più raramente?

Buona giornata I love you. Allora sembrerà che l'amore cresce sempre abbastanza per noi quindi crea un mondo migliore, rendi migliore il mondo.

E il sogno in cui stavamo credendo rivelerà un volto migliore e il mondo in cui una volta credevamo splenderà ancora nella grazia allora perchè continuiamo ad idealizzare le sofferenze di questa vita in questa terra tormentata?

Cosa è successo ai campi fioriti E' un momento? Cosa è successo a tutti i sogni che tu dicevi erano miei e tuoi. Ti sei mai fermato ad osservare tutti i bambini che muoiono per la guerra? Ti sei mai fermato ad osservare Questa Terra piangente, queste rive piangenti? E' un momento? Sai Maria, non sai quanto mi fa bene sentire le tue parole.

Mi hai riportato ai tempi della beat generation!!! Ragazzi perdonateci.

Perdonate la droga, una libertà sessuale sbagliata, il sei politico, il terrorismo. State costruendo sui nostri errori e in condizioni molto più difficili.

Maria non so se tu puoi capire, non per colpa tua, ma perchè nelle scuole non si arriva mai a spiegarvi quel periodo, ma io devo dirti grazie perchè tu e i ragazzi come te mi restituiscono la speranza che non tutto è andato perduto. I love you so much. Da sola ce la puoi fare benissimo anche perchè Hai con te la forza delle tue convinzioni, dei tuoi pensieri, una famiglia che ti sta vicino e ti aiuta altrimenti non ci sarebbero stati tutti questi risultati Io ti consiglio di andare avanti comunque anche nella danza, col tempo farai le tue scelte.

Il classico è una scuola impegnativa, ma anche un tipo di studio che ti darà tantissimo e ti piacerà. Approfitta dell'estate per leggere molto. In bocca al lupo Maria!!! I love you non puoi neanche immaginare quanto ti capisca. Ciao Maria,ho letto solo ora il tuo splendido commento e anche le splendide risposte di Agnese l'adoro.

E.STA.A.TE Testo

Io ti posso dire solo una cosa: sono veramente orgogliosa di te:hai pensieri meravigliosi, sei determinata,hai forza. Spero tu possa leggere questo commento. Ma sono nata nel '97, e non ho avuto la possibilità, non so perchè! Da Ale Fan della persona migliore del mondo, scrivevo commenti anonimi con firma: Da Ale Agnese, Maria, siete meravigliose Michael ti amo. Man in the mirror: uomo allo specchio. La canzone più bella del mondo!

Non solo perchè è cantata dal più bravo cantante del mondo, che ha una voce meravigliosa, e il motivo e il ritmo sono bellissimi, ma per la grande moralità e umanità del testo.

Questa frase è la migliore che Michael potesse mai scrivere, e penso anche di averne capito il significato: tutti, dal più ricco al meno ricco, dal più famoso al meno famoso, persino Michael Jackson, una persona ricchissima e famosissima, tutti non devono ignorare i bisogni dei più bisognosi, e tutti dobbiamo contribuire per aiutarli.

Grazie, Michael, per questa meravigliosa e riflettive frase, che ci hai donato. Oh, adoro questa canzone!!! Tutte le canzoni di Michael sono magnifiche! Eri e sei troppo grande, Michael! Michael sei per sempre nel nostro cuore. Mi dispiace bombardare questa canzone di commenti, ma è più forte di me Senza man in the mirror e questo blog, la mia tomba deve essere preparata subito Che amarezza e infelicità E mi ritrovo qui, in questa insolita sera, seduta nel balcone a guardare le stelle in attesa che succeda qualcosa, ma non accade niente.

Mentre per me questa sera è strana, per altri è brutta, per altri la peggiore, per altri la più bella, per altri l'ultima. E' inutile che ripeto che ti amo, tanto chiunque entri in questo blog ti ama. Ma per me non è solo amore, è anche ammirazione, gratitudine e.. Ma le mie parole non sono finite.

Ogni giorno che passa, trovo una parola e una speranza in più di ereditarti insieme a chi legge quello che dico!.. Ricorda Michael, non ti amiamo solo per quello che fai, ma anche per quello che sei! Per la piccola Maria, in bocca al lupo per il nuovo anno scolastico. Scusami, ma sono una prof veramente ignorante in tecnologia!!!

Commento di mio marito: "Cosa poteva capitare a una ragazza che doveva sostenere l'esame di terza media? Una prof di lettere!!!! Michael Jackson? Forse il miglior cantante dello scorso secolo. Lui è. This is it. Ti voglio bene MJ, anche se non ti ho mai conosciuto realmente. Ricordati: sarai sempre nel mio cuore. Michael 4 ever. Per la piccola Maria, come sta andando il tuo primo mese di liceo?

Ti piacciono il greco e il latino? Forse all'inizio incontrerai qualche difficoltà, ma mi raccomando, non ti scoraggiare MAI!!! Cerca di avere sempre fiducia in te stessa, hai grandi doti e come dice Heal the world I love you.

Carissima amica in the mirror Se è troppo rischioso basta che ogni tanto mi fai capire che ci sei e che stai bene,per il resto c'è tempo,risolvi prima i tuoi casotti e quando sarà tutto tranquillo fatti sentire. Io credo che una persona come Michael non ci sarà mai più sulla Terra..

Era troppo Grande! Mi viene rabbia quando su MTV mettono sempre le canzoni di quest'estate.. Beh, io lo amo, perchè da subito mi ha attirato la sua dolcezza e tenerezza.. Cara Maria, ricordati sempre che solo rimuovendo gli ostacoli che sono dentro di noi, possiamo affrontare quelli che la vita ci mette davanti.

Questo è il senso di "Man in the mirror". Scoprirai, con meraviglia, che sono proprio queste lingue cosiddette "morte" che favoriscono la comunicazione con gli altri e con te stessa. Richiedono è vero una grande disciplina, ma tu mica ti ti tirerai indietro davanti alle difficoltà? Chiaretta nel post del delle ore Se vuoi lasciarmi la tua scrivila nel blog centrale, non qui.

Mi piace questo angolino che ho con te, ma dobbiamo lasciare spazio a chi vuole scrivere commenti alla canzone. A volte, sentendo altre canzoni di Michael, penso "questa è la mia preferita" dovete sapere che io sono molto attenta nella mia classifica di preferenza delle canzoni , ma poi, ascoltando Man in the mirror e mentre pronuncio quelle parole e penso al loro significato mi vengono le lacrime agli occhi e sento una forte streta al cuore.

Perchè è questa la canzone che l'estate scorsa mi ha tenuta incollata al PC, pensando che quella splendida melodia non mi avrebbe mai stancata. E pensavo giusto. La mia oparte preferita è quando dice " Isee the kids in the street, with not enough to eat, who am I, to be blind, pretending not to see their needs? Ciato a tutte un abbraccio! Auguri Ragazzi..

Buon Natale anche a te : un bacione Ciao ragazzi,,,,incredibile ho letto i vostri commenti ed ho notato che non sono l'unico ad aver iniziato ad ascoltare canzoni di Michael dopo la sua morte Michael è un uomo molto buono di una dolcezza infinita ha qlcs di speciale k lo f piacere a tt e lo f essere il sogno di tnt ragazze ha una voce stupenda k f emozionare kiunque qnd balla è irresistibile è bellissimo ho visto alcune sue foto sulla sedia a rotelle o cn la mascherina è smp bello smp mi sarebbe piaciuto essere la sua ragazza o sua moglie x baciarlo e abbracciarlo o mi sarebbe piaciuto essere sua figlia x sentire lo stesso affetto k ha dato ai suoi k soffrono e ai quali voglio bene o ancora sua sorella Ora sn una sua fan anke se ho cominciato ad amarlo qnd è morto ora continuo a volergli bene e spero k dio un giorno me lo faccia incontrare!

Michael, la tua canzone, Man in the Mirror Sappi che io ti ascolto sempre. So che scriverti è a dir poco inutile, ma Hey Campione Michael, so che mi stai vedendo da lassu'.. Oh Dio By diddy Caro angelo mio, Caro cuore mio , caro mio respiro, caro mio amore, caro Michael Mi manca il tuo MoonwalK, mi manca il tuo AoooW all'inizio di Smooth criminal , mi mancano i tuoi DAH nelle canzoni , mi manca quel coro di voci angeliche e paradisiache che è la tua voce , mi mancano quei brividi che solo tu mi sapevi far provare sulla pelle mentre ballavi, mi manca il tuo splendido sorriso , mi mancano i tuoi ricci , mi manca quello sguardo da cerbiatto , mi manca quella sottile nuvoletta rosa che avevi al posto della bocca, mi manca quel tuo animo ribelle e dolce come lo è quello di un bambino mi manchi Se solo potessi rincontrarti anche una volta sola , ti giuro, sarei la persona più ricca del pianeta e non solo Sei in posto migliore adesso , e io scommetto che lassù , quel tuo animo ribelle canta e balla e da spettacoli e concerti e tutte le persone che stanno là ti acclamano e ti trattano come se fossi un angelo Beh,perchè non dovrebbero?

In fondo , lo sei Hai fatto grandi miracoli anche solo cantando e ballando Hai aperto i cuori a milioni di persone Tu , la gente ,la facevi piangere d'amore Ti porto nell'anima , piccolo angelo mio ,perchè il cuore in qualsiasi momento potrebbe smettere di battere, ma l'anima vivrà in eterno Ah , e sono certa , che il cappello e il guanto , nessuno li farà danzare come li facevi danzare tu Questa è la canzone più bella del mondo, supera addiritture We Are The World, è impossibile toglierla quando parte sull'mp Io ho scoperto Michael nel , perchè a scuola ci hanno fatto cantare Heal The World, e io mi sono letteralmente innamorata di lui Poi in televisione vedevo molto spesso persone e personaggi dei cartoni che facevano il moonwalk, e il passo sulle punte Ti Amo Michael Jackson, ti ho sempre amato.

Sei la colonna sonora della mia vita. La sei da sempre, ti conosco da sempre, ho 41 anni e li ho passati da che ho memoria ad ascoltare le tue canzoni, a cantarle, a tradurle perchè prima non c'era internet!!! Ho imparato l'inglese grazie a te : ho imparato ad amare e difendere la vita, il mondo, la natura, il prossimo Il tuo posto non è mai cambiato dentro di me Continua a cantare dal cielo per me Ciao dolce Angelo! Fata Morgana da Roma. Appena ho sentito questa canzone mi é subito piaciuta.

Ha incominciato a piacermi da quando ho preso il gioco per la Wii. Le mie amiche stanno diventando pazze, io parlo sempre di Michael. Tutti preferiscono lui ad un gruppo che piace ad una mia amica, gli Shinee. Sei unico xD : ;. S io sono sempre con te!

A me non importa se scelgono gli Shinee, ognuno ha i suoi gusti. Guardate su internet,quel gruppo fa schifo! TI AMO! Sedetti e, dopo aver acceso l'ennesima sigaretta di troppo, chiusi gli occhi, assaporando il fumo e la calma.

Le conoscevo bene. Continuavo ad osservare le rughe profonde, i capelli bianchi e lisci. Mi soffermai a fissare l'occhio semichiuso che si intravvedeva attraverso le lenti spesse degli occhiali. Aveva firmato un contratto che gli imponeva di fare tre dischi in non rammento più quanti anni. O forse cinque. Era un bel problema, comunque, per uno pigro come il nostro amico" - risposi.

Boots Marc Donna Da Jacobs Scarpe Stivali Di Nero D 35 Rosso Tgl 7aaEwrq

Magari ogni tanto andrebbe a dare un'occhiata a quello che viene postato su it. Tanto per cercare di riconsiderare quello che ha scritto sotto una diversa angolatura. Tanto per riascoltare le sue canzoni attraverso le orecchie di altri. Capo Horn di Riccardo Venturi. Noi che viaggiamo in direzione contraria, avevamo un compagno di strada discreto e forte.

La sua voce, il più bel paesaggio, faceva sembrare più corto il cammino; e magari eravamo gli unici a capirlo, e lo facevamo scendere senza seguirlo e senza avergli sfiorato la mano.

Elenco eventi contest #ioleggoperché 2019

Viaggiamo sempre in quella direzione, ma ognuno coi propri percorsi. A volte ci affianchiamo e facciamo un tratto assieme; a volte sembriamo invece allontanarci. Contraria non significa parallela; e non sappiamo neppure se ci sia una meta, o non ci sia. Entriamo ed usciamo dai luoghi; vi rientriamo e vi usciamo di nuovo.

Che siano state e siano canzoni e parole, non è neanche interamente certo. Gli amori come le indifferenze. Credo che ci lanciamo continuamente dei segnali, ma a volte l'etere è disturbato; navighiamo quasi sempre a vista.

E quando viene la sera ed il buio, spesso non c'è niente che ci toglie il dolore dagli occhi; ed allora il mare si fa ancor più infido, si sente rombare Capo Horn in lontananza e ci perdiamo in un vento terribile.

Noi che viaggiamo in direzione contraria abbiamo sempre una musica addosso; non sarebbe pensabile veder sfilare gli altri senza essere accompagnati da una giravolta di note. Vediamo la maggioranza senza neppure avere un Belvedere delle Torri; Maqroll il Gabbiere è forse su un bastimento dove lo pagano meglio.

Ogni tanto alziamo gli occhi al cielo, o li sprofondiamo per terra: sono i gesti di ogni giorno, di ogni ora. Che cosa ci unisce? Chi lo sa. Vorremmo lasciarci piovere addosso, e la pioggia non arriva; quando arriva, siamo già da un'altra parte tormentata dalla siccità. He is the ancyent marinere, and he stoppeth one of the three; non c'è da far altro che credere e andare avanti, senza peraltro sapere come son disposti i punti cardinali.

Crediamo nella rivoluzione perché siamo sulla Terra; la rivoluzione terrestre ce l'abbiamo dentro. Water, water everywhere, and all the boards did shrink; water, water everywhere, and neither a drop to drink.

Capo Horn s'avvicina in un'alba livida. Che cosa troveremo al di là? Il sole? La giustizia? Un mare calmo? L'amore eterno? Un gelato al pistacchio? Letame e diamanti? Fabrizio de André? Le nuvole barocche di Fabrizio De Andrè dedicato ad un amico perduto, Lionello Sed di Claudio Scarpa Pensavamo tutti che mai avrebbe potuto lasciarci, come gli eroi, come i suoi personaggi in controluce, come gli antichi alfieri che tornano dalle battaglie feriti ma pur sempre vivi.

Il ricordarlo attraverso le sue tristi stesure musicali, attraverso i suoi possibili ed impossibili personaggi ci aiuta a non dimenticarlo. Dietro la sua scomparsa, per fortuna, solo la notizia e qualche servizio, senza quel clamore a tinte forti che ha invece seguito la fine di Lucio Battisti, autore dei popolino semplice e dei facili costumi musicali.

De Andrè è stato Artista Vero, completo, ineguagliabile.

Antonello Venditti

Grossa differenza quindi con l'altro da sempre e per sempre più conclamato ed osannato anche troppo, in troppe occasioni. De Andrè era profondo nei suoi testi, ermetico a volte, ma maledettamente sincero verso sé stesso ed il suo pubblico; Battisti era uno speciale autore di musiche, diventate fortuna grazie ad uno scaltro ed astuto paroliere che ha coperto delle lacune balzate subito a galla quando il sodalizio con Mogol è naufragato miseramente. Le luci ed i clamori spesi e scialacquati dai giornali, dalla immancabile e patetica Mamma Rai e dai sempre presenti canali politici della 'copertura' Fininvest sono stati prodighi e prolissi nei confronti di Lucio, un vero e proprio avvenimento annunciato e prosciugato fino all'osso, mentre per Fabrizio anche per quella storica mancanza di professionalità che viene sempre a galla quando questi colossi si dedicano alla musica è stato molto più una notizia e molto meno un avvenimento da indici di ascolto.

Ma De Andrè era questo, uno schivo di natura non come l'altro, schivo anche per ragioni propriamente professionali e sentimentali: un interprete che dal vivo ha sempre avuto dei problemi insormontabili per una riuscita vocale che non risultasse approssimativa che raccontava di fatti e persone, di usurpatori e tiranni contro i deboli e gli oppressi, quei personaggi perdenti di natura che riescano a denunciare o addirittura riscattare una intera condizione sociale, Ma chi erano i personaggi in controluce di Fabrizio?

Gente che potremmo incontrare per strada ovunque o riferimenti storici letti coi senno di poi. Ne "Ia canzone dell'amore perduto" invece ecco risaltare i momenti opachi e ormai prosciugati di un amore che per troppo tempo ha già vissuto e che non offre più nessun guizzo, nessun sentimento. La denuncia della guerra per esempio si affaccia spesso in De Andrè e la si ritrova in molti richiami e in forme diverse, sempre con il comun denominatore dell'ostracismo ai mezzi forti per risolvere le questioni.

Ne "La ballata dell'eroe" dove la sua donna in effetti avrebbe preferito un uomo vivo anziché un eroe morto; ne "La guerra di Piero" che muore per il fatto che non ha avuto il coraggio di sparare ad un suo simile ma quello non gli ricambia la cortesia.

Alla triste ed esasperata storia di Amore che vieni amore che vai" si contrappone la beffarda eredità de Il testamento" o l'angoscioso sacrificio dei Michè che si suicida in cella per poter finalmente uscirne, la mancanza di coraggio per non voler passare 20 anni in prigione e al quale non si concede né il prete né la messa, perché d'un suicida non hanno pietà.

Il sogno dell'amore impensato di "Nell'acqua della chiara fontana", Capolavoro tra i capolavori sicuramente la Preghiera in gennaio" ancora un inno e una denuncia alla società di non perdonare un suicida; si dice che questa canzone Fabrizio la dedicasse all'amico Luigi Tenco e al suo ultimo gesto disperato; chiede perdono Fabrizio per tutti coloro che son morti suicidi e lo invoca quasi perché Meglio di lui nessuno mai ti potrà indicare gli errori di noi tutti che puoi e vuoi salvare.

Ascolta la sua voce che ormai canta nel vento, Dio di misericordia vedrai, sarai contento E la condizione delle donne di malaffare è stato anche un altro appiglio per De Andrè di rigirare la lama nella piaga della società come la'graziosa'di "Via dei campo" , una bambina che a. I poveri cristi abitanti de 'Ia città vecchia" nei quartieri dove il sole dei buon Dio non dà i suoi raggi avendo davvero troppi impegni per scaldar la gente d'altri paraggi. Nelle rarissime cover di Fabrizio a parte quelle dei Francesi illustri, troviamo invece le storie di "Giovanna D'Arco" e di "Suzanne" di Leonard Cohen o la magnifica ed inarrivabile Via della povertà" di Bob Dylan dove nel pezzo finale un giovanissimo Francesco De Gregori suona l'armonica.

E di questo passo si potrebbe continuare per ore, giorni, anni. A noi, poveri mortali, il compito di continuare a far conoscere le sue incredibili lezioni di vita. Ciao Fabrizio, dormi sepolto in un campo di grano E come tutte le più belle cose, vivesti solo un giorno, come le rose Claudio Scar. Liberamente tratto dal disco di F. By Lucia Coccia superlucia83 yahoo. Si stava facendo sera. Avevo i piedi a pezzi a causa del gran camminare di quei giorni: Parigi è una città bellissima, ci ero andata per la prima volta ed ero estasiata, per questo giravo e rigiravo come una trottola fra avenues e boulevards senza ascoltare minimamente le proteste dei miei arti inferiori; finché questi ultimi pensarono bene di mostrarmi sotto forma di dolorosi calli lo sforzo cui li stavo sottoponendo.

Allora la mia mente si era imbarcata su un treno che, se avesse seguito fino alla fine il suo binario senza deragliare in ingenuità e banalità, sarebbe giunto all'agognata stazione di un discreto racconto sul '68, per il quale mi lambiccavo il cervello già da qualche mese.

In questo senso il mio viaggio a Parigi fu la mia svolta: dove documentarsi meglio, infatti, se non nella città in cui il '68 è nato, ha contagiato il mondo ed è morto nelle mani della politica? Già mie mete erano state Nanterre e la Sorbonne, nonché quasi ogni vicolo del Quartiere Latino, ma il mio obiettivo era essere al corrente di cosa i francesi pensassero di questa rivoluzione , confrontando dovutamente opinioni diverse o opposte.

Procedendo in questo modo, dimentica del posto in cui mi trovavo, della gente che mi stava intorno e che camminava portando nei suoi passi i più svariati pensieri, del fatto che ero a Parigi e di tutto il resto.

Il sole, re di un cielo azzurro stranamente sgombro della più piccola nuvola, troneggiava sui tetti blu e sulle finestre più alte dei palazzi del boulevard.

Ritrovate dopo aver ascoltato l'ultimo brano dell'ultimo disco di Cristiano De Andrè. Vidi i tuoi capelli, scuri. Vidi i tuoi occhi, i tuoi occhi belli, con i quali sei passata incolume attraverso l'odio e l'indifferenza. Ti amo, gioia mia, come solo un padre ama il figlio. Sei andata, ora. Come è la notte, quando si srotola piano avanti al sole.

E se il gatto si spancia raccontando quanto ti fosse amico per ogni tuo sorriso, per ogni tua carezza, per ogni tua stretta di mano, bella mia, sono io adesso che esigo la tua voce. Che tu mi possa venire sempre a trovare! Da dentro le fibre delle mie corde vocali. Chissà se qualche parola deciderà, per sua sola forza, di arrivare all'oggetto del suo pungere vistoso, del suo essere veicolo per il mio darmi alla vita. Ma ancora non posso pensare alla voce nascosta dietro un blu funebre che mi intossica e mi addolora l'anima e mi fa pensare alla netta e vistosa piaga del dieci di gennaio.

E' stata una giornata faticosa chè io non so più come rendere al nulla del mio cupido soliloquio vano latrato inseguito in ogni notte la vera misura delle mie sensazioni. Ma il tuo sorriso era come quello di un amico, capitano. Lasciamo eredità insolute a quanti scopriranno solo adesso un raro senso al tuo parafrasare. Il tuo momento lungo quanto il tempo che ci accompagna e ci scandisce il mondo è stato un divenire di pensiero a galla nella quotidianità che la tua voce calma un po' scordata ha preso acceso aperto di sensibilità.

Si sa che il mondo scorre e si va via come un uccello in volo verso sud quanti l'han fatto e lo faranno ancora! Stavolta non piangiamo nel deserto cercando mari assurdi e rette vie né fari illuminanti né osterie ci basta solo un canto, la tua voce, nel rilassare mente e gambe stanche dal gran peregrinare sopra circonferenze: vuote disequità.

Ci basta solo un canto, la tua voce, per fare il giusto conto il punto nave e intravvedere il centro incancrenito della mediocrità. Stavolta non piangiamo stando stretti. Molecole di niente ormai son vere. Con il tuo canto abbiamo avuto figli: sappiamo ancora bene cos'è la libertà. Ho avuto paura era come una guerra Ma guerrieri o codardi si ritorna alla terra Eppure era inverno e tempo di neve Andarsene al buio sembrava più lieve E ora che vedo del vento il colore E' strana quest'ansia pare quasi un dolore.

L'infinito si espande e vi osservo distanti In un mare di pece siete stelle filanti Verità non conosco che non fosse cercare Nelle tasche non ho niente da poter regalare E dividere a mezzo le mie stesse emozioni Ispirava gli accordi di cento canzoni.

Se un sogno vi lascio tenetelo stretto Non c'è dietro l'angolo un mondo perfetto Conservatevi allora ben sgombra una via Che bello sarebbe si chiamasse utopia E meglio mi sembra aver cura di un gatto Che seguire le insegne di un re mentecatto. Che folla qui intorno un po' lo speravo Un gran girotondo come quando giocavo Ammucchian tesori in enormi panieri Sono tutti quei sogni dei giorni di ieri E chissà che non possa come le gazze ladre Rubare una perla riabbracciare mio padre.

Se poi decidete di giocare il mio gioco Fatelo subito accendete un gran fuoco Buttateci dentro la rabbia e il rancore Scaldate chi ha freddo regalategli un fiore E se l'ultima nota se l'è presa gennaio So legger le stelle da buon marinaio. E' finita quest'ansia è finito il dolore Adesso lo vedo del vento il colore Mai come prima vi scopro e vi sento Di quel che ho fatto posso esser contento Con voi ho vissuto e non è che l'inizio A tutti un bacio…… arrivederci…… Fabrizio.

La Gallimard ha da poco ripubblicato alcune poesie di Francis Jammes , a dimostrazione dell'attualità di un poeta dalla sensibilità contemporanea. Quest'ultima è una silloge di quattordici preghiere che il "Cygne d'Orthez", in odore di conversione, rivolge a un Dio roussoiano, che suscita una religiosità più cristiana che cattolica.

La conversione si compie nel e trova massima espressione nell'opera dell'anno successivo, Clairières dans le ciel , a partire dalla quale l'ispirazione religiosa e quella rustica diventano indissociabili.

La svolta mistica di Jammes non costituisce del resto un episodio isolato nella temperie culturale della Francia di inizio secolo, ispirata dal "ritorno a Dio" di Claudel. Nonostante aderisca quindi ad una tendenza generalizzata, Jammes è spesso guardato dalla critica come esempio di anticonformismo. E controcorrente lo è, sia nelle sue scelte formali, che lo portano a riscoprire la melodia dell'alessandrino in un momento in cui impera il verso libero, sia nel proprio percorso tematico.

Il suo ritorno alla fede è semplice, quasi infantile, scevro da cerebrali appesantimenti filosofici o teologici. E ancora prima della conversione, si rivolge al Creatore con molta naturalezza. Nella Prière pour aller au paradis avec les ânes l'animale domestico, fraterno e sottomesso, diventa simbolo di un'umanità rassegnata ai soprusi del prossimo.

Con gli asini prende l'avvio una lunga processione di vinti dalla vita, di dostoevskiani "idioti". La campagna in primavera è il momento ideale per l'ultimo viaggio e gli asini sono i compagni prescelti per apparire dinanzi al Creatore.

Al cospetto di Dio, essere come gli asini è per Jammes motivo di estrema beatitudine perché la loro umile semplicità è riflesso del cristallino amore eterno. La mitezza dell'asino non rappresenta un esempio di viltà ma, al contrario, la scelta di un cammino personale, dettato non dalle convenzioni ma da una forma di coerenza individuale:. Je désire, ainsi que je fis ici bas, choisir un chemin pour aller, comme il me plaira, au Paradis […].

Di lui è noto un repertorio che ha attinto alla letteratura di tutti i tempi: dalle ballate medievali francesi Il re fa rullare i tamburi , La ballata degli impiccati ai sonetti di Cecco Angiolieri S'i' fosse foco , dai vangeli apocrifi La buona novella a Edgar Lee Masters Non al denaro, non all'amore né al cielo.

Anch'egli, nonostante una spiccata posizione anticlericale, sente l'esigenza, in un momento tragico, di rivolgere una preghiera a Dio. Nel '67 porge l'estremo saluto all'amico Luigi Tenco, morto suicida. Ne nasce Preghiera in gennaio, inserita nell'album del Volume I. La stagione in cui il dolore è più intenso non è la primavera di Jammes, ma quell'inverno che De André, in molti dei suoi testi, associa alla morte, riassumendo quindi la connotazione luttuosa della poesia francese deuil in una semplice deissi temporale in gennaio.

Il laico cantautore si rivolge a Dio, interlocutore comprensivo lontano dal giudice implacabile dipinto dalla società dei benpensanti, e gli chiede di accogliere un fratello sfortunato, spinto ad una scelta estrema. L'analogia tematica tra i due testi potrebbe sembrare il risultato di una sensibilità comune ai due autori, che fanno del proprio mestiere una missione sociale, ma il raffronto va ben oltre. Inequivocabili spie denunciano che De André ha letto il testo di Jammes. In contrasto con il momento del lutto, un gennaio sia metaforico che reale Luigi Tenco viene trovato morto il 27 gennaio e, per ironia della sorte, lo stesso De André morirà proprio nel gennaio del , il tema del paesaggio primaverile compare sin dalle prime parole della canzone:.

Lascia che sia fiorito, Signore, il suo sentiero quando a Te la sua anima e al mondo la sua pelle dovrà riconsegnare […]. Immediato il richiamo all'esordio di Jammes:. Lorsqu'il faudra aller vers vous, ô mon Dieu, faites que ce soit par un jour où la campagne en fête poudroiera. Entrambi i poeti sperano in una ricompensa che superi i dolori terreni e che simbolicamente unisca la luce diurna alla suggestione di un cielo stellato. La citazione sembra particolarmente evidente, soprattutto perché sin dall'inizio, fino a questi versi, il cantautore ha apostrofato Dio dandogli del tu e probabilmente, nel passare al voi, c'è molto più di una licenza poetica.

Si potrebbe infatti trattare di uno dei momenti in cui De André "confessa" la sua fonte. Canzone per Fabrizio. Crescemmo insieme in un giardino fiorito sull' erba bagnata e un profumo antico, tu non sei mai morto continuerai a soffiare fin dentro il mio cuore e lo farai sanguinare. Sotto il cielo terso tenue un bambino si stupisce ancora del pesco fiorito,. G Gentili circa Una tradizione della città di Matera, oggi purtroppo già estinta, vede da oltre due secoli, le donne più anziane dedite all'antico mestiere dell'apicultura.

Sembra che usassero masticare fettine di favo, all'uopo preparate, per ore ed ore, ottenendo in tal modo la separazione del miele dalla cera. Queste due preziose sostanze venivano quindi espulse dalla bocca in appositi recipienti, e quindi, pronte per l'uso.

Questa storia mi è arrivata direttamente da Ivano Fossati quando, ad un concerto di vari anni fa, ha introdotto la canzone "Ho visto Nina Volare", scritta insieme a Fabrizio De André. E' stata una vera e propria Rivelazione. Lo stesso Fossati mi ha confessato di essere stato letteralmente rapito da quella terra e di avervi soggiornato a lungo, con Fabrizio, per alimentare il fiume di poesia portato da quegli enormi affluenti che sono le tradizioni orali di quel posto. Trattandosi poi di un rito molto importante per la sopravvivenza, sono le donne più anziane che ne assumono la piena responsabilità di svolgimento.

Ma fra i famosi "Sassi", gli adulti invecchiano e scompaiono, i giovani nascono e crescono, ed anche se gli individui cambiano tutti, mi piace immaginare questo convoglio di umanità rimanere insieme e uguale a se stesso, sotto il peso dei cunicoli di masse lente, su viottoli serpiginosi capaci di dar direzione agli uomini, agli asini, alle acque e agli spiriti…. E nelle grotte e intorno al fuoco che sembra accendere le danze degli spiriti dell'ombra, una bimba, rapita dal gioco delle fiammelle, guarda la nonna che "…Mastica e sputa da una parte il miele.

Mastica e sputa dall'altra la cera.

Mastica e sputa prima che faccia neve…". Questo il sogno reiterato, a poussées, quasi un refrain, delle mie notti sui Sassi, fra strade di cenere come un pianto asciutto, piatte ed ondulate, con andamento di fiume tra muri alti di calcio e balconate di tufo che tradiscono il vuoto. Non c'è rumore che possa svegliarmi, né luce tenue che come collirio possa levigare le ferite dei muri stesi come lenzuola materne anche per un estraneo come me.

Di grotta in grotta sono un re forestiero sulla rupe dell'arnia, sono l'ape ceraiola della Gravina, fino al fondo dell'imbuto, dove il vento cade solo a spruzzi, sui cespugli di malerba bagnata. Oltre il disordine del mondo sento il mio passo più sicuro dentro questo sogno. Carlo Bonanni. A Fabrizio. Ti ho conosciuto quel mattino: l'indomani della tua notte.

Spirava un vento clandestino che oggi sostiene le tue idee a frotte. Ha smesso ormai di soffiare, ma basterà per far navigare nei nostri mari di pensiero: "Bocca di rosa", "Marinella", "La guerra di Piero". Ti giungono le tue canzoni? Nelle sere dei colloqui, tra le stelle, di una stella. Sono diventate preghiere: "Amico fragile", "Via del campo", "La buona novella".


Ultimi articoli