Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

FATTURE ELETTRONICHE DAL CASSETTO FISCALE SCARICARE


    Se si ha l'esigenza di scaricare le fatture elettroniche in formato XML dal proprio cassetto fiscale occorre accedere con le proprie credenziali al portale Fatture e. Accedere al Servizio web 'Fatture e Corrispettivi' e scegliere l'utenza di lavoro Istruzioni per il servizio di Registrazione Massiva Fatture Elettroniche - Utilizzare i . Cassetto fiscale. eventualmente scelto per la ricezione delle fatture elettroniche: un “biglietto da visita” da stampare o da mostrare su smartphone, tablet ecc. Le fatture elettroniche emesse e ricevute sono disponibili nell'area consultare e scaricare, anche in formato csv, sia le fatture emesse che.

    Nome: fatture elettroniche dal cassetto fiscale
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 55.34 MB

    Servizi Trasversali. Altri servizi. Il Cassetto fiscale è il servizio che consente la consultazione delle proprie informazioni fiscali, quali:. Eventuali revoche di deleghe conferite possono essere effettuate con le stesse modalità. Gli intermediari abilitati al servizio Entratel possono consultare i dati relativi ai propri clienti sottoscrivendo uno specifico Regolamento che disciplina le modalità di utilizzo del servizio. La richiesta di adesione al regolamento e la comunicazione dei dati relativi alle deleghe dei propri clienti vanno effettuate attraverso le apposite funzionalità rese disponibili dal servizio Entratel.

    contattaci per scoprire il nostro software specifico per la fatturazione elettronica

    Il codice univoco serve quindi per inviare e ricevere le fatture elettroniche. Sicuramente ti stai ponendo questa domanda. Se sei una piccola azienda che ha poche fatture da gestire al mese, allora va benissimo la PEC: i tuoi fornitori ti invieranno la fattura via PEC.

    Se invece gestisci molte fatture al mese, allora è sicuramente meglio il codice univoco.

    Ti spiego subito perché. Il codice univoco di solito lo forniscono le aziende che vendono software di contabilità. Se quindi hai già un software di contabilità, allora chiedi al servizio clienti il tuo codice univoco, in modo da poterlo dare ai tuoi fornitori.

    Se invece ancora non hai un software di contabilità, allora scegli quello che più risponde alle tue esigenze: alla sottoscrizione del contratto ottieni anche il codice univoco da comunicare ai tuoi fornitori.

    Quindi se ancora non hai un programma online di contabilità, cerca tra le tante aziende che ne forniscono uno e stipula un abbonamento.

    In passato era obbligatorio fare fattura elettronica soltanto alla Pubblica Amministrazione. Quindi, se il comune, la regione o una scuola erano tuoi clienti, dovevi emettere la fattura elettronica.

    Adesso le cose sono cambiate: la fattura elettronica è valida non solo se emetti fattura verso la PA, ma anche verso i privati, quindi nei rapporti. Sei esonerato tu dal fare fattura elettronica, quindi significa che ai tuoi clienti puoi rilasciare la classica fattura cartacea o in pdf.

    Ma se hai dei fornitori obbligati a emetterti fattura elettronica, allora tu devi comunicare loro il tuo codice univoco oppure la tua PEC, affinché possano adempiere al loro obbligo.

    Questo servizio è disponibile per tutti i cittadini, non solo per i titolari di partita IVA. Che informazioni puoi consultare nel cassetto fiscale?

    Quando accedi al tuo profilo sulla piattaforma del cassetto fiscale, trovi informazioni come: i tuoi dati anagrafici e il QR code che riporta tutti i tuoi dati fiscali i dati di un eventuale rappresentante fiscale i documenti relativi a dichiarazioni fiscali come il modello , e quello dei redditi e le dichiarazioni IVA e IRAP e liquidazioni IVA periodiche informazioni sugli studi di settore i riferimenti al modello F24 e F23 presentati fino alla data di consultazione informazioni su eventuali rimborsi IVA sulla dichiarazione dei redditi e eventuali crediti IVA informazioni sull'eventuale iscrizione al VIES comunicazioni inviate e ricevute dall'Agenzia delle Entrate Come accedere al cassetto fiscale?

    Cassetto fiscale delegato Alcuni soggetti possono essere delegati all'accesso del cassetto fiscale per un massimo di 2 delegati come intermediari attraverso l'apposita delega.

    Più precisamente è possibile: consultare i dati rilevanti ai fini IVA ovvero le liquidazioni IVA trimestrali, le fatture inviate e ricevute, la trasmissione telematica di fatture e corrispettivi come stabilito nel decreto legislativo n. Nel caso in cui il codice non venga inviato entro 15 giorni, dovrai recarti all'ufficio di competenza e riferire che non hai ricevuto il codice come previsto.

    In caso di revoca della delega, le stesse tre strade sono percorribili. Vantaggi del cassetto fiscale Il cassetto fiscale è un passo importante verso la digitalizzazione delle informazioni fiscali e l'ottimizzazione del rapporto con le autorità fiscali.

    In questo modo puoi ad esempio: cercare e consultare i documenti che ti servono da qualsiasi computer senza doverti recare fisicamente in un ufficio o dover sare alcuna richiesta effettuare delle procedure online e gratis Cassetto fiscale e Fatture e Corrispettivi Il Cassetto fiscale e Fatture e Corrispettivi sono due piattaforme messe a disposizione dall'Agenzia delle Entrate per facilitare e ottimizzare la consultazione dei dati fiscali e facilitare l'adeguamento e la gestione della fatturazione elettronica.

    Entrambi i servizi telematici offrono un valido aiuto ai contribuenti.


    Ultimi articoli