Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

SCARICARE FINANZIAMENTO AUTO 730

Posted on Author Kami Posted in Giochi


    Dichiarazione dei redditi elenco spese deducibili e detraibili da scaricare dal modello e modello Redditi familiari figli e coniuge a. Detrazione spese assicurazione auto dichiarazione redditi solo per polizze premi assicurazioni sulla vita infortuni conducente non. Spese di istruzione da scaricare nel o Unico . una detrazione delle spese documentate sostenute per l'auto aggiornamento e per la. Sia per il modello ordinario che quello precompilato, ecco l'elenco delle spese detraibili. Circolare 13/ Agenzia delle Entrate.

    Nome: finanziamento auto 730
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 39.58 MB

    La possibilità di defalcare i costi di un prestito rappresenta uno strumento di risparmio non indifferente al momento della dichiarazione dei redditi. Spesso infatti si fa molta confusione quando si parla delle detrazioni su mutui e prestiti. Come avremo modo di illustrare, la detraibilità è fortemente vincolata alla natura della cessione richiesta.

    Cessione del quinto e detraibilità: una strada percorribile? Quando si estingue anticipatamente la cessione del quinto di stipendio, sono diverse le voci per le quali abbiamo diritto al rimborso.

    Gli interessi passivi si intendono per ciascun intestatario del mutuo per i mutui contratti prima del Mentre per i mutui stipulati dopo il , è necessario suddividere l'importo detraibile tra i diversi intestatari del contratto.

    L'immobile dovrà essere adibito ad abitazione principale entro i dodici mesi dal momento dell'acquisto, che deve avvenire nell'anno antecedente o successivo alla data di stipulazione del mutuo.

    I documenti che necessitano per la detrazione fiscale, dunque per la dichiarazione dei redditi, sono utili anche per un'eventuale verifica da parte dell'amministrazione finanziaria.

    Parti condominiali

    È necessario che l'interessato abbia cura di conservare la seguente documentazione: le quietanze relative al pagamento degli interessi sostenuti nell'anno di riferimento; la copia del contratto di mutuo ipotecario nel quale risulti che il finanziamento è stato concesso specificatamente per l'acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale, in caso contrario, ovvero se il contratto di mutuo non prevedesse una finalità, è necessario specificare la motivazione per la quale il finanziamento è stato richiesto; il contratto di acquisto dell'immobile necessario al fine di verificare i vincoli temporali e normativi; l'autocertificazione che attesti che l'immobile oggetto dell'acquisto è stato adibito ad abitazione principale secondo la normativa.

    I prestiti personali sono destinati ad esigenze private e dunque per il fisco essi non hanno diritto ad alcuna detrazione. L'unico caso in cui è possibile usufruire delle detrazioni sugli interessi passivi è rappresentato dai contratti di finanziamento stipulati dalle attività lavorative, ovvero le aziende.

    Un privato non avrà mai il diritto al rimborso di una parte della quota interessi passivi versata e compresa nel rimborso dei prestiti personali. Una realtà differente è quella rappresentata dai liberi professionisti e dai lavoratori autonomi, quindi anche le ditte individuali. In questo caso, il prestito verrà richiesto e finalizzato per l'attività professionale.

    Nell'ipotesi in cui si debba ricorrere ad una cifra consistente, la quale solo in parte andrà a coprire le spese professionali, il consiglio è quello di suddividere il prestito in due parti: una somma destinata alle esigenze personali e non lavorative e una parte che riguarda le esigenze lavorative vere e proprie; solo questa seconda parte sarà soggetta alle detrazioni fiscali. Si è detto che le detrazioni possono riguardare anche i prestiti e i mutui agrari: in questo caso, gli interessi passivi pagati possono essere detratti per una somma uguale o inferiore alla somma del reddito agrario e del reddito dominicale che vengono dichiarati.

    Nel caso in cui fosse presente, a tale importo deve essere aggiunta che la quota di reddito dominicale e agrario, pari alla quota di partecipazione in società di persone impegnate nell'attività agricola.

    Si specifica, tuttavia, che questa deduzione spetta indistintamente a qualsiasi contribuente, a prescindere dalla condizione di disabile. Questa detrazione è calcolata sulla spesa effettivamente sostenuta, nel limite di 2. La detrazione delle spese per l'assistenza personale è cumulabile con la deduzione delle spese per i servizi domestici.

    Infine un'annotazione sul concetto di non autosufficienza. Tuttavia nel caso in cui il veicolo sia cancellato distruzione, rottamazione dal Pubblico Registro Automobilistico prima dei quattro anni, è possibile accedere nuovamente al beneficio.

    In caso di furto e non ritrovamento del mezzo, sarà possibile usufruire nuovamente della agevolazione, ma sottraendo dalla spesa di , 99 euro, il relativo rimborso assicurativo.

    Sono detraibili, sempre con il vincolo dei quattro anni, anche le spese per le riparazioni che non rientrano nell'ordinaria manutenzione; sono escluse, quindi, le spese sostenute per gli interventi dovuti a normale usura del mezzo come pure i costi di esercizio quali, ad esempio, la tassa di possesso, il premio assicurativo, il carburante e il lubrificante.

    La detrazione spetta al disabile stesso o al familiare di cui il non vedente risulta fiscalmente a carico. Questa detrazione spetta solo al disabile stesso, non è consentita quando il non vedente è da considerare a carico fiscalmente.


    Ultimi articoli