Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

MATERIALI VRAY SKETCHUP SCARICA

Posted on Author Kigis Posted in Giochi


    download HERE Dirty wood vismat vray for sketchup #1 the personal vismat glass material vray for sketchup, the 3D model of the trees that you see on 'image . Mi piace | download | visualizzazioni Informazioni modello. Materiali. Poligoni. 7, Dimensione file. 2MB. Lumion e Vray SketchUp files to download: Download Free 8 Models 3D Studio Max, FBX, OBJ, Modo, Cinema 4D, Lightwave, con Materiali e Texture. Con V-Ray per SketchUp hai a disposizione il motore rendering più potente e Scarica migliaia prodotti autentici per pavimenti / rivestimenti e utilizzali come Produrre un layout ottimizzando gli spazi e riducendo il materiale di scarto.

    Nome: materiali vray sketchup
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 42.59 Megabytes

    Show all posts. Mar 27, Bricks vismat materials vray for SketchUp and Rhino. Note: clicking on the image below you will be redirected to our site. Sep 13, Free sketchup model Bathroom 1 vray setting. Thank you so much Adam for this excellent contribution to our community!

    Vedremo ora in.

    Hai letto questo?SCARICARE DA BANDCAMP

    Scopri acciaio texture 3ds max vray download e salva i tuoi Pin su Pinterest. Essendo autodidatta e non avendo grosse conoscenze di base di grafica 3d sono anche inesperto sulle proprietà dei materiali da assegnare ai diversi oggetti per renderne la fotorealisticità. Questa settimana segnaliamo una risorsa molto interessante. Mat, mentre a noi rhinocerosari acciaio texture 3ds max vray download ci servono i.

    Archivio blog

    Vray 3ds 3d studio max vray materiale acciaio e acciaio satinato. Fate ripartire 3D Studio Max, quando aprite il material editor avrete una piacevole sorpresa:. Tutte le caselle contengono ora materiali VrayMtl che potete personalizzare come volete! Comodo no? Questo articolo è la terza parte di una serie di approfondimenti sulla creazione di Materiali per Vray in 3D studio Max.

    Clicca qui per leggere la prima parte. Clicca qui per leggere la seconda parte.

    Corso Completo Sketchup + VRay

    Nei primi due approfondimenti abbiamo parlato di come creare un materiale di Vray da zero, e come impostare correttamente Riflessione e trasparenza per ottenere vari tipi di effetti. Una parete di mattoni, ad esempio, o un pavimento in parquet si realizzano in Vray applicando immagini dei mattoni o del parquet sul materiale, e poi applicando il materiale sugli oggetti della scena creata. Le texture, che sono file immagine a colori e in bianco e nero, servono appunto a rappresentare correttamente le superfici del materiale.

    Partiamo da zero: in 3D Studio Max, create un materiale standard di Vray, e come al solito attivate la scacchiera colorata di sfondo. Perché la sezione si chiama Maps e non direttamente Textures?

    Perché tutte le Textures sono Maps, ma non è vero il contrario: è meglio fare subito un esempio per chiarire. Notate anche che i parametri del materiale sono cambiati. Una volta che avete finito i vostri esperimenti sulla mappa, cliccate sul pulsante con la scacchiera e la lampadina, poi create qualche oggetto nella scena 3D e applicate il materiale. Se tutto è a posto, vedrete i vostri oggetti decorati dalla scacchiera che avete impostato. Se volete fare qualche altro esperimento, provate a caricare una Mappa Noise nel canale Bump del materiale, e alzate il valore di default di 30 a Cambiate il colore diffuse del materiale e il risultato sarà davvero simpatico!

    Useremo, per questo esempio, la tessitura di Mattoni di Tufo che abbiamo messo a disposizione qualche tempo fa sul nostro sito:.

    Tirate fuori le due immagini dal file archivio, e mettetele in una cartella sul desktop del vostro computer.

    VRay resources

    I formati di immagine che si possono caricare sono vari, ma in generale saranno file Jpeg, più raramente file Tiff. Bisogna capire molto bene questo funzionamento delle immagini in bianco e nero, perché tutti i canali tranne Diffuse lavorano con queste immagini dove in generale il bianco significa SI, mentre il nero significa NO. Vedrete che i rilievi delle fughe si accentuano e si affievoliscono di conseguenza.

    Se ora create un muretto nella scena, usando lo strumento Box, fate attenzione a dargli misure adatte, ovvero uno spessore di 30 cm e una altezza di circa un metro, e poi applicate il materiale che avete appena creato. Se tutto è andato bene, vedrete una anteprima simile a questa:. Ora potete provare a creare un materiale da soli!

    Non solo vi viene fornita la mappa Diffuse, ma troverete anche la Bump, la Reflect e persino la Displacement! Seguendo le istruzioni di prima, caricate le varie immagini nei canali appositi, e godetevi il vostro Materiale che piano piano nasce e diventa sempre più realistico! Molto spesso vi troverete a dover usare una Mappa in un Canale piuttosto che un altro.

    Ci possono essere dei casi in cui il materiale da creare è trasparente, o semi trasparente, ma non è rifrattivo. Pensate al tessuto delle tende, o alla carta traslucida. In questo caso non bisogna lavorare sulle impostazioni della Refraction che non entra proprio in gioco. Quella che bisogna modificare è la cosidetta mappa Opacity, che grazie a una immagine o a un colore stabilisce quanto e dove un materiale è trasparente oppure opaco.

    Questa Mappa servirebbe per definire un colore di superficie di un materiale, più compatibile con il render con Vray. Appena applicate la Mappa nel canale Opacity, vedrete che la sfera di anteprima diventa semitrasparente, perché il colore di default è proprio un grigio. E cosa succederebbe, se invece del Vray Color ci fosse una mappa diversa, nel canale Opacity?

    Succederebbero cose molto divertenti, che potete vedere negli esempi qui sotto.

    Da parte nostra vi salutiamo, e speriamo che questi approfondimenti sui Materiali di Vray vi siano piaciuti e vi siano utili nel vostro lavoro di 3D!

    Per eseguire un buon render è necessario combinare insieme vari elementi: una modellazione di buon livello, la scelta di materiali fotorealistici, un accorto bilanciamento delle luci e un buon punto di vista della telecamera. Poiché Vray è un motore di render che viene aggiunto a 3D Studio MAX, è necessario imparare a usare dei materiali che sfruttino a fondo le sue potenzialità.

    Ecco perché, insieme alla installazione di Vray vengono aggiunti ai materiali standard di 3D Studio, tutta una serie di Materiali per uso specifico di Vray. Se non avete mai aperto questa finestra prima, dopo aver istallato 3D Studio, vi troverete davanti a questa finestra qui:.

    Questa operazione va fatta una sola volta: alla prossima riapertura 3D Studio Max si ricorderà che volete usare il Compact Material Editor! Comodo, no? Vediamo con un piccolo esempio, a cosa servono alcuni pulsanti di questa riga. Non bisogna preoccuparsi del colore assegnato a caso da 3D studio: molto presto su questa teiera applicheremo un materiale di Vray!

    Con un doppio click su questa voce, ora, la prima sferettina quella con il bordo bianco più spesso diventa leggermente più scura, e le voci nella parte inferiore della finestra Editor Materiali cambiano significativamente.

    Ecco un confronto tra il prima e il dopo:. Come prima cosa è importantissimo cambiare subito nome al materiale appena creato, per lavorare con ordine. Anche se la sfera grigia non rappresenta ancora il materiale che vogliamo creare, è bene subito cambiargli il nome, per non incorrere in confusione in fasi avanzate del lavoro di render.

    Nel mio esempio ho usato i valori RGB: 80,66,, ma ognuno è libero di scegliere il blu che preferisce! Come detto prima, per ora ci concentreremo solo sul parametro Reflection, perché il parametro Refraction merita un discorso a parte.


    Ultimi articoli