Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

Blog di viaggio di Andrea. Spero che questo blog mi aiuti a viaggiare!

SCARICA BEARSHARE S 0 47

Posted on Author Shakinos Posted in Antivirus


    Contents
  1. are | Nicolas coolman
  2. bearshare.. è buono??
  3. PUP.Optional.BearShare
  4. Download/ Share! Share! Share!

SCARICARE BEARSHARE S 0 47 - Overnet è un progetto sviluppato dal Compatibile con il nuovo Postato da cimicetta il Sabato, 19 ottobre C'é un modo. SCARICA BEARSHARE S 0 47 - HeXHub è un hub per la rete Direct Connect dotato di protezione anti-flood, firewall integrato per f Grazie alle potenzialità della. SCARICARE BEARSHARE S 0 47 - E' basato sul client eMule, il popolare Compatibile con Win, XP, il programma si Soulseek - - - Soulseek è un' applicazione. SCARICARE BEARSHARE S 0 47 - XoloX Ultra - [v1. P Il sito dove puoi scaricarlo è adunanza. Shareaza Security Update - [v2. Fireblade Default Theme - [v1.

Nome: bearshare s 0 47
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 71.88 Megabytes

HeXHub è un hub per la rete Direct Connect dotato di protezione anti-flood, firewall integrato per f Grazie alle potenzialità della rete Torrent , questo client permette di raggiungere alte velocità in download.

Netscape Navigator Netscape è stato uno dei primissimi browser nella storia del Web ed ebbe un ruolo molto importante nella diffusione dei sistemi per navigare online. Kazaa GUI Hacker — [v1. Vai al prossimo articolo. Microsoft Bearshwre È stata per anni la principale enciclopedia multimediale:. Ho in download con BearShare 5 file da MB ciascuno da questo pomeriggio, e nel task manager mi occupa Lisdch pro — [1.

Hello there, My name is Aly and I would like to know if you would have any interest to have your website here at eekevad. We are updating our do-follow broken link resources to include current and up to date resources for our readers. If you may be interested in being included as a resource on our blog, please let me know. Thanks, Aly. Consuelo Duryea Kirjutatud: Following multiple requests from our clients, our e-mail marketing team has worked hard over the past three months to bring you an e-mail list of ALL vape businesses around the world.

We have combined all e-mail addresses from our vape shop databases, contacts, business cards from over 50 vape exhibitions, public domain, subscriber lists and other sources. Our entire mailing list has been scrubbed to weed out vape businesses that have gone out of business or changed their domain names to bring you a clean and verified mailing list of vape businesses around the world. Then all you have to do is create a beautiful newsletter campaign and hit the send button.

Our Vape Company E-Mail Mailing List has over 38, email addresses of brick-and-mortar vape shops, e-liquid wholesalers and distributors, online vape shops, e-liquid brands, vape event organisers, vape communities, vape magazines, vape reviewers and much more! Our team is constantly verifying and updating the Vape Company email list to bring you only the latest vape company leads.

Justin Moorhouse Kirjutatud: Hi I regularly order from your shop, and I love your Fasion. Micah Gritton Kirjutatud: The vape industry has grown exponentially since It all started off with the ego starter kits, then progressed to dripping and subohming and now we seem to have reached the heights of nicotine salts, shortfill e-liquids, CBD and Juul devices.

Thousands of brick-and-mortar vape shops have opened all around the world. New online vape shop start-ups are emerging on a daily basis.

The competition in the vape industry has become cut throat! Back in , it was a breeze to rank for competitive vape keywords on most search engines whilst today, it is even becoming difficult to rank for local area post codes as every corner of every city seems to have a growing vape shop demographic.

Potrebbe piacerti:SCARICA TIROMANCINO DA

We were the first vape SEO company in the world and we know the vape industry inside out. We have ranked some of the biggest e-juice brands since when they were starting out, vape shops that were to become some of the biggest chains in the country, vape wholesalers, event organisers and many other different types of vape sites. Our deep knowledge of the SEO and the vape industries allows us to understand the unique business models of our clients and exactly what it takes to rank a vape shop to the very top of the search engines.

We have gone through numerous trial and errors and know what works and what does not work. In the current SEO climate, major search engines are putting a greater emphasis on the overall domain authority and metrics of a site as well as brand and onsite visitor behaviour browsing, click-throughs and bounces. We are constantly adjusting our package to ensure that all of our practices are closely attuned to the latest SEO best-practices and search engine algorithms.

This helps the search engines to classify your site and rank it higher on the basis of the fact that it has a lot of links coming from designated vape blogs. Moreover, each vape blog has a very high domain authority which will pass on a lot of link equity to you site.

Not only will this help to generate awareness about your brand but will also give you a lot of backlinks and direct visitors to your site. Guest posts on very powerful sites: we have exclusive access to some very popular and powerful sites on which we can place guests posts with links to your site.

Mixed backlinks: in addition to the above work, we will also create some mixed backlinks for some diversity. This would include some blog comments, video comments and more. Indexing: we will index your links with the major searhc engines at a very natural and steady pace to keep the search engine red flags at bay! Cryptovaper Kirjutatud: Good Afternoon I am writing to you to introduce my freelance vape seo services.

I specialise in creating quality vape-related links to rank vape-related sites on search engines such as Google. I work with 50 of the leading vape shops, e-juice brands and wholesalers and now I have decided to take the same package that we provide to clients via an agency and offer it ten times cheaper on Fiverr. Kind regards Sergey. Berenice McClean Kirjutatud: Katia Slavin Kirjutatud: Essentially, the premium package contains everything that you will need to rank higher on the search engines, get more visitors and make more sales.

I am working with 50 different CBD and Hemp companies and during my digital marketing journey, I have tried and tested almost every strategy under the sun and picked out the bits that work real magic and chucked them all into a dirt cheap package. Depending on the package that you order, here is what you will receive: Posts and links on CBD and Hemp blog: these will provide you with contextual and extremely powerful links that will tell the search engines that your site is very popular in this niche which will force the search engines to rank you up!

Guest posts: I will post articles on popular sites and add links to your site. Paid promotions on popular sites. Social media signals. Many more extras! Jessica Neal Kirjutatud: 9. Ty Yarbrough Kirjutatud: 9. Cryptovaper Kirjutatud: 9. Kam Raphael Kirjutatud: 8. Any brand or business who Posts to Facebook knows how important it is to maximize every single facebook post.

This tool helps you do exactly that with ease. Your facebook post will be much more engaging and you will see more results and interaction from each and every post. This FB tool will help bring attention to your posts. Cryptovaper Kirjutatud: 8. Joann Chapin Kirjutatud: 7.

Jorge Richard Kirjutatud: 6. Hi I have noticed that your site has a few links from some quality CBD blogs. I really appreciate your help. Georgia Knowles Kirjutatud: 6. Wilburn Rash Kirjutatud: 5. I was told that many leading companies in the industry are using it with the likes of vapor dna, vape ranger, element eliquids, ie vapor, ejuices. Would you recommend them? Cryptovaper Kirjutatud: 4. George Kirjutatud: 3.

Hi guys I am in the midst of starting up my very own little vape shop in Kent and wanted to reach out to you to ask you for some advice as it looks like you have a pretty successful vape business going. Firstly, I would like to know how to select the best e-liquid wholesaler with a very good e-liquid range. Do let me know if you sell wholesale and if so, it would be great if you could send me across your price list. I am planning of making my own e-liquid brand and was wondering what is the best way to promote it?

What else would you recommend I do to make my vape shop a success? I really appreciate your time and look forward to hearing from you.

Kind regards George. Imogen Monsen Kirjutatud: 3. Our CBD marketing list is ideal for email and newsletter marketing, social media campaigns, telesales, direct mail and much more. Please check the email with which you purchased the database.

Do you have your own CBD or hemp brand? Are you a manufacturer? Contact all the stores with a push of a button and watch your business turn around. Once you place an order, you will receive the download link to the CBD and Hemp Marketing Database within a few minutes. All future updates will be delivered to your inbox automatically. A changelog will be published below to provide more information on the updates to the CBD Company Database.

Aracely Nagy Kirjutatud: 2. Candice Wheen Kirjutatud: Download your vape company emails The latest version of the vape company and vape store email list has been released.

If you are already subscribed to the service, you should have received your download link. Valencia Gilmore Kirjutatud: Shaunte Steffanoni Kirjutatud: Whether you run an e-liquid line or a vape wholesale business, these vape company emails can help you to reach practically all vape companies with your message.

Are you tired from not making enough B2B sales to vape shops and vape wholesalers? Do you find most of your marketing to be unproductive? Do you want to take your vape business to the next level and start exploding your sales?

Here is the secret sauce that has helped over e-liquid brands and wholesalers from around the world since ! Some ejuice companies have even tried to buy us out because they felt that the accessibility of this list was putting them against a lot of competition from smaller vape companies and e-liquid brands!

This hopefully helps to illustrate just how powerful this vape company email list is! Alissa Cobby Kirjutatud: Bernardo Venegas Kirjutatud: Latashia Canfield Kirjutatud: Refugia Skeen Kirjutatud: Christena Eager Kirjutatud: Dominic Dickinson Kirjutatud: Content marketing is extremely important for increasing your website traffic as well as your SEO rankings.

Right now, the major search engines are looking at how long visitors are spending on your site to decide how to rank your site. As my experience has shown, poor quality spun articles will get you nowhere.

I have been involved in the vape market for the past 7 years and know pretty much everything about it, including all the major vape companies, e-juice brands, vape mods, nicotine salts, vape laws and more. With this service, I will write up articles for your blog.

are | Nicolas coolman

I recommend that you keep your article titles relatively broad instead of focusing too much on individual products. Each piece will be conversational, well-researched and fun to read. Simply send me your article titles and leave everything else to me. Frequently Asked Questions I need more than 10 articles. You can order multiple packages or I could send you a custom offer, whichever works best for you.

What makes you a good writer? My knowledge of the vape industry is what gives me an unparalleled advantage over other writers who have no experience in this field. Instead of writing the bare basics about the vape market, I can also write very critical and in-depth pieces.

Can you help me to come up with the topics? Just send me your site and tell me a bit more about your business and I will put together some prospective titles. How do I choose my blog titles? I would recommend that you do not choose very broad article titles such as what is vaping because it will be very difficult to rank this article on the search engines due to the high keyword competition. Try to stick to more specialised titles such as nicotine salts guide.

Why is content important for my blog? Each piece of content or each article translates into more visitors. More quality content equals to more visitors. Margery Pulido Kirjutatud: Keith Lyman Kirjutatud: Penni Freel Kirjutatud: L'aggiornamento è disponibile solo per i clienti che hanno acquistato un nuovo sistema Mac dal 12 aprile costa 17,99 euro. Lo rivela il Rapporto dell'Osservatorio dell'Associazione italiana de- gli editori realizzato in colla- borazione con l'Ispo.

Non si tratta dell'autore del noto programma televisivo, ma di quello dell'omonimo worm che nel ha infettato migliaia di PC.

È la prima volta che in Italia viene pronunciata una sentenza di condanna nei confronti del creatore di un virus. U "untore", un italiano residente in Venezuela, è ricorso al patteggiamento e non sconterà la pena detentiva. Zelig si diffondeva tramite un'e-mail che aveva come oggetto la frase "Il momento è catartico". Nel testo del messaggio si invitava a scaricare uno screensaver del comico Fabio Oreglio: eseguendo questa operazione ci si ritrovava nel PC un programma "gonfia bolletta", un dialer, che reimpostava la connessione al Web verso un numero a pagamento.

Il Nucleo Regionale della Polizia Tributaria della Lombardia ha condotto le indagini e arrestato l'uomo una volta rientrato in Italia. In meno di una settimana Zelig aveva dirottato Gli analisti di Sophos hanno monitorato tutto lo spam tran- sitato su Internet da gennaio a febbraio Da brividi MILANO - Dopo aver fatto il loro ingresso nei frigoriferi e nelle banco- note, i chip arrivano anche nell'abbi- gliamento. Il chip gestisce infatti le informazioni rilevate da un sensore magnetico che monitora il grado di compres- sione e di ammortizzazione della suola.

Il sensore magnetico esegue 1. Sulla base dei dati raccolti il processore decide se l'ammortizzazione rientra nell'inter- vallo ideale e, ove necessario, regola la rigidità della pianta.

bearshare.. è buono??

Le scarpe sono in vendita a euro. Incisioni cuneiformi risalenti al 2. C nonché sculture e miniature babilonesi sono infatti vendute all'asta su eBay. La denuncia proviene dal sito del Museo Internazionale di Bagdad www. L'istituto ha infatti individuato circa 70 oggetti di dubbia provenienza messi in vendita tramite la nota casa d'aste on-line. Molti beni artistici sono stati trafugati durante il saccheggio del museo avvenuto nei giorni del conflitto.

Secondo fonti del museo anche in questo periodo di sarebbe in atto un traffico illegale di opere d'arte alimentato dalle truppe straniere di stanza in Iraq. Il museo lamenta anche il fatto che eBay non abbia predisposto nessun avviso per mettere in guardia gli utenti della provenienza illegale di alcuni dei reperti archeolo- gici messi all'asta.

Guarda questo:PSY BNC SCARICA

Cosa che, in una situa- zione tanto difficile come quella in cui versa attualmente l'Iraq, rappre- senta un'eventualità alquanto remota. E intanto uno dei patrimoni archeolo- gici più ricchi del mondo si disperde nelle case di privati senza scrupoli Vi sveliamo le caratteristiche di ognuno e i criteri da seguire per scegliere il vostro preferito.

Chi di voi non ricorda Napster? È il pro- gramma di condivi- sione dei file che rese famoso Shawn Fanning, il suo ideatore, e che fece infuriare la RIAA, la potentissima e agguerrita asso- ciazione delle major discografi- che americane.

Il nuovo incubo della RIAA e di tutte le istituzioni che tutelano in varie forme il diritto d'autore è allora diventato il peer to peer P2P. Con questo termine si identifi- cano i network dedicati alla condivisione dei file e anche i programmi ideati per accedere a queste reti. Napster infatti utilizzava una struttura diversa, assimilabile a quella client-server, un sistema comune alla navigazione su Internet.

Si trattava in sostanza di una rete composta da due tipi di computer: client, quelli degli utenti, e server.

PUP.Optional.BearShare

Questi ultimi erano dedicati a inoltrare e a ri- cevere le informazioni richieste dai client, a conservare i file da condividere e a svolgere un ruolo di coordinamento nella rete. Napster è stato costretto a chiudere perché costituiva appunto lo strumento con cui veniva perpetrata la violazione del copyright: senza di esso questa non avrebbe avuto luogo. Napster dunque, come poi AudioGalaxy, è stato accu- sato e condannato per quella che si potrebbe definire una sorta di concorso di responsa- bilità oggettiva nella violazione di diritti d'autore.

Nelle reti P2P è del tutto assente una rete di server in cui risiedono i file da condividere e manca quindi un coordinamento centrale e una visione d'assieme che permetta di "conoscere" tutti i computer collegati al network. In questo modo per accertare la singola violazione del copy- right, le autorità dovrebbero avere accesso a ciascun com- puter collegato alla rete. L'unica risorsa di coordina- mento offerta dai sistemi P2P, è la presenza dei cosiddetti Discovery Server o "super nodi": dei computer che si oc- cupano di segnalare quando un utente si connette o si discon- nette dal network, di sovrinten- dere lo scambio di messaggi tra gli utenti, e di agevolare in sostanza l'ingresso nella rete di condivisione.

Gli utenti possono scegliere di condividere quello che deside- rano: dal filmato delle vacanze, all'album fotografico digitale dell'ultima settimana bianca. Alcune software house hanno ideato specifici programmi di condivisione per un utilizzo aziendale, seguendo la teoria secondo la quale non sono i programmi di P2P a dover esse- re condannati ma l'uso fraudo- lento che se ne fa. Uno dei più noti programmi di file sharing per uso aziendale è Groove: permette ai dipendenti di un'a- zienda di creare uno spazio ad hoc all'interno del quale condi- videre messaggi, software e fi- le.

Il funzionamento tipico dei programmi P2P classici cioè di quelli precedenti l'avvento di BitTorrent, eMule e DirectCon- nect è piuttosto omogeneo, pur nelle diversità che caratterizza- no ogni client. Una volta instal- lato il programma, questo si collega al super-nodo più vici- no: i super-nodi hanno di solito PRODOTTI una configurazione hardware molto potente e dispongono di connessioni ad alta velocità.

Questi computer rivestono quindi la stessa funzione svolta nel Web dai motori di ricerca e forniscono cioè informazioni in risposta a particolari chiavi di interrogazione. Il PC dell'utente client contatta dunque il su- per-nodo più vicino inviandogli tutte le informazioni sui file che avete scelto di condividere, sul- la posizione della cartella in cui sono memorizzati nel vostro PC, sull'indirizzo IP del vostro computer e sul vostro codice utente scelto per accedere al programma peer to peer.

Il su- per-nodo inserisce poi tutti que- sti dati all'interno del suo data- base. Quando ricercate una file con Kazaa o qualsiasi altro pro- gramma di condivisione, il vo- stro computer interroga il super- nodo più vicino seguendo la medesima procedura. Questo analizza il suo database sulle base delle chiavi dell'interroga- zione alla ricerca del file richie- sto. Più o meno in contempora- nea inoltra la stessa richiesta agli altri super-nodi, che effet- tuano la medesima operazione, e gli inviano di ritorno i risulta- ti.

Il super-nodo interrogato per primo compila allora l'elenco dei file individuati sulla base dei risultati della ricerca, ovvero la lista di file che appare nella finestra del vostro programma di P2P Basta poi un doppio clic sul brano o sul filmato che inte- ressa per essere collegati al PC dell'utente, dove questi file ri- siedono, per scaricare il file, saltando di netto il super nodo. Per ogni rete esiste un pro- gramma chiamato client che permette di accedervi.

Altri programmi invece, come Mute, sono dedi- cati a una rete specifica. Vediamole nel dettaglio. Con il termine Disco- vering si intende la procedura iniziale di ingresso nella rete e la ricerca degli altri utenti peer. Una volta entrati, il pas- so successivo è il Querying, ovvero la richiesta di contenuti.

In parallelo o appena prima c'è un'altra operazione da eseguire: quella di Sharing, cioè la scelta delle risorse da mettere a dispo- sizione per gli altri utenti. Generalmente in qualsiasi net- work di P2P meno si condivide, meno si riesce a ottenere dagli altri. Una volta scelto il file che interessa con l'azione di Querying, subentra la fase del Queing che prevede l'organizza- zione delle "code" tra utenti in- teressati a scaricare il medesimo file.

La gestione delle priorità continua a pag. Per caratteristiche significa invece che è possibile organizzare la ricerca a seconda delie qualità del file cercato: dimensioni, codec ecc. Peccato per le lunghe attese obbligatorie prima di scaricare un singolo file. Funzionale e semplice senza Spyware è invece LimeWire.

Il client, pur limitato alla rete Gnutella, è facile da usare, ma causa noiosi rallentamenti del sistema. Fantastico è invece BitTorrent. Occorre del tempo per familiarizzare con il suo sistema di condivisione, ma per velocità del download e gestione delle richieste dei file rappresenta una rivoluzione copernicana per il P2P. Pollice verso invece per Grokster, perché porta in dote uno Spyware molto intrusivo che obbliga a chiudere una miriade di finestre pop-up che si aprono all'improvviso.

Anche BearShare, Kazaa e Morpheus, convin- centi per molti altri aspetti, pagano il fatto di obbligare l'utente all'installazione di programmi-spia. Questo sistema è l'in- cubo di WinMX che altrimenti sarebbe un client eccezionale.

L'ultima fase, infine, è quella di Download e Upload in cui si scaricano o si immettono nel circuito i propri file. L'universo Glossario Discovery Server: Tipo di ser- ver presente in alcune reti P2P: ha funzioni ausiliarie e serve per agevolare l'utilizzo della rete. File Sharing: Il fenomeno della condivisione di file e programmi in rete tramite programmi P2R Hub: In questo contesto P2P Computer della rete Direct Connect contenenti informazioni sugli utenti a questo collegati e sugli altri Hub.

Indirizzo IP: Stringa numerica che identifica ogni computer collegato in Rete. Il nuovo P2P I sistemi Direct Connect, BitTorrent, eMule, ciascuno con le proprie caratteristiche, si contraddistinguono per un fun- zionamento e una struttura ori- ginale rispetto a quanto descrit- to fino a ora. BitTorrent, per esempio, si caratterizza per un procedimento di condivisione all'interno della propria rete molto complicato, ma offre una serie di vantaggi in termini di velocità.

Per qualsiasi contenuto che si intenda condividere oc- corre creare un file ". Questo file contiene tutte le in- formazioni cartella, dimensio- ni, nome eccetera sul docu- mento messo in condivisione.

II file ". Chi desidera scarica- re quel file non deve fare altro che selezionarlo e effettuare un doppio clic in modo da lanciare il browser e il client di BitTor- rent per scaricare il file che in- teressa. Questa procedura non è intuitiva né semplice. Una volta che si è provveduto a com- pletare il download di uno di questi pacchetti, questo diventa disponibile per gli altri utenti interessati al medesimo file.

Oltre a eDonkey che con- tiene Spyware , uno dei più noti client per la rete eDonkey è eMule che ha l'indubbio van- taggio di un'intuitiva interfaccia in italiano. Installato il client, occorre attendere che vengano caricati gli indirizzi dei server a cui collegarsi. In eMule è im- portantissimo scegliere quali sono le cartelle che si intende condividere e, soprattutto, quanto materiale si vuole mette- re a disposizione degli altri utenti.

Con il nome Direct Connect si identifica sia il client sia la rete che non è di tipo de- centralizzato come Gnutella. Direct Connect utilizza infatti computer Hub connessi a gruppi di utenti. Gli Hub svol- gono un'importantissima fun- zione: limitano o consentono l'accesso solo agli utenti che posseggono una determinata quantità di risorse da condivide- re.

L'unico limite, ma anche il van- taggio, di Direct Connect è il suo "accentramento" perché il suo protocollo di comunicazio- ne va in crisi se deve gestire e sostenere il traffico di molti utenti.

La comunità di Direct Connect ha tutto l'interesse a tenere basso il numero di perso- ne che accedono al network. Pro e contro Per la loro natura i programmi P2P non possono essere consi- derati come dei baluardi a dife- sa della sicurezza del computer, perché il loro utilizzo presuppo- ne da una parte la scelta di una porzione delle proprie directory da condividere con terzi e dal- l'altra l'accesso a computer di sconosciuti.

Una buona regola nella scelta del client è quella di evitare tutti i programmi conte- nenti Spyware. I programmi Spyware monitorano e raccol- gono informazioni personali e dati sensibili dell'utente per vi- sualizzare finestre del browser e contenuto pubblicitario.

Molti programmi P2P prevedo- no proprio in fase di installazio- ne l'attivazione di Spyware par- ticolarmente intrusivi come Grokster o in ogni caso fasti- Ceco come appare Bram Cohen, l'idea- tore di BitTorrent, quando vi chiede un contributo, non obbligatorio, per scari- care il suo programma diosi come Kazaa, Morpheus e BearShare.

Il consiglio è di do- tarsi in anticipo di appositi pro- grammi anti-spyware. Un'altro criterio di scelta è quello di pri- vilegiare i client che diano ac- cesso a più di un network. I programmi in italiano of- frono indubbi vantaggi in que- sto senso. Utilizzate uno dei client P2P di nuova generazione se avete un po' di dimestichezza con il mondo del file sharing.

Un vero "digitai entertainment" a tua disposizione. Più libertà. Più flessibilità. Più divertimento. Offerta valida dall' 1 Maggio al 30 Giugno o fino ad esaurimento delle scorte. I prodotti saranno inviati agli indirizzi di consegna su tutto il territorio italiano. Il periodo di validità dell'offerta è limitato.

Le offerte illustrate dipendono dalla disponibilità del prodotto e possono essere modificate o sospese in qualunque momento. Tutti gli altri prodotti e marchi possono essere marchi commerciali o registrati dei rispettivi titolari. Sta per iniziare la guerra. No, stavolta gli americani non c'en- trano: è un affare interno giap- ponese. Nikon, marchio d'elite della fotografia, ha deciso di sfidare Canon sul terreno delle reflex digitali consumer con due nuovi modelli. Sono la D70s, una versione migliorata della D70 dotata di visore LCD più grande, autofocus più rapi- do e un nuovo firmware; e so- prattutto la D50, il nuovo mo- dello d'ingresso che, secondo le prime informazioni non uffi- ciali, verrà venduta negli USA esattamente allo stesso prezzo della Canon Eos È proba- bile che anche in Europa si adotti la stessa politica di prez- zo.

Insieme alle due macchine, Nikon ha anche presentato due nuovi obiettivi zoom, un 1 mm equivalente a un e un mm equi- valente a un Si tratta di lenti meno sofisticate rispet- to ai tradizionali obiettivi Nikkor, tanto che la loro legge- rezza e l'aspetto un po' "plasti- coso" ci avevano fatto temere il peggio; fortunatamente, sul banco di prova le due lenti si sono rivelate all'altezza della situazione. La D50 è, sotto vari aspetti, stretta parente della più sofisticata D70, rispetto alla quale è più compatta e facile da maneggiare.

Notiamo anche una semplificazione dei co- mandi e diversi piccoli miglio- In alto a destra potete vedere la nuova Nikon D50 con cui abbiamo fotografato la D70s qui a fianco. Un vero punto di forza è l'elevata qualità delle immagini, fin nei minimi dettagli ramenti: oculare più grande, LCD da 2" invece che da 1,8", flash con maggiore copertura fino a 18mm , scheda di me- moria SD. Dotata di un sensore da 6,1 Mpixel, la D50 è una macchina molto veloce: si ac- cende in due decimi di secon- do, scatta a raffica fino a 2,5 fotogrammi al secondo e incor- pora un sistema autofocus rapi- dissimo capace di commutare automaticamente da singolo a continuo, in base al soggetto in- quadrato.

Abbiamo provato la D50 con i due nuovi obiettivi Nikon. Usando il , la macchina ha lavorato bene sia in interni sia in esterni, rispon- dendo prontamente a ogni va- riazione operativa. Lo zoom ha evidenziato una cer- ta lentezza nella messa a fuoco, a causa delle prestazioni non eccezionali del motore Silent Wave incorporato.

Anche la di- stanza minima di messa a fuo- co ci è sembrata piuttosto alta.

Entrambe le lenti comunque Produttore: Nikon Tel. Degni di nota i risultati ottenibili lavorando in comple- to automatismo, che consento- no di utilizzare proficuamente la D50 anche a chi fino a oggi ha usato semplici fotocamere compatte.

La D70s, dal canto suo, ha mostrato diversi piccoli miglioramenti rispetto alla vec- chia D non solo il display è più grande, ma anche i menu sono più leggibili. Pro: Ottima qualità d'imma- gine, spazio colore sRGB ampliato, compatibilità con il sistema Nikon Contro: Manca leva della profondità di campo, schermo alfanumerico non illuminato Il nuovo firmware ha miglio- rato la messa a fuoco e otti- mizzato l'utilizzo del sensore CCD, riducendo i problemi sulle alte luci e migliorando la gamma dinamica.

Nikon ha già annunciato che il nuo- vo firmware verrà messo a disposizione anche dei pos- sessori dell'attuale D La versione "s" sarà nei negozi a maggio, con un prezzo simi- le a quello dell'attuale D70; per vedere sugli scaffali la D50 invece aspetteremo la metà di giugno, ma il prezzo inferiore di qualche centinaio di euro ri- spetto alla sorella maggiore potrebbe valere l'attesa. Solo con Refill, da 12 anni leader del consumabile compatibile per stampanti, hai la più vasta scelta di soluzioni all'altezza degli originati per qualità, performance, fedeltà al colore.

Scegli Refill, e sorridi. Hai trovato il massimo, spendendo il minimo. I marchi citali sono di proprietà doi rispettivi proprio lari a sona citati salo a scapo di mostrare la compatibilità dei nostri prodotti. Il numero di ricariche è riferito sempre al modello di cartuccia con minor capienza. I prezzi possono subire variazioni senza preavviso.

Le offerte sopracitate sono valide solo per gli ordini eseguiti via internet o presso la sede di Reggio Emilia. Ora è possibile stampare a colori a casa propria anche con il laser O con il gel. Stampare a colori costa, soprat- tutto usando la tecnologia a getto d'inchiostro.

Anzi, ora ben due: passare a una stam- pante laser, o a una stampante a gel. Una laser a colori pensa- ta per chi lavora tanto a casa è la CLP-5 1 proposta da Samsung, che dichiara una ve- locità di stampa in nero di 24 pagine al minuto e di 6 pagine per la stampa a colori, con una risoluzione massima di 1.

Nei nostri test non abbiamo ri- scontrato particolari problemi. La qualità di stampa è buona, al punto da rendere possibile anche la stampa di fotografie, soprattutto alla massima riso- luzione. Ovviamente, la resa non è ottimale: il retino è net- tamente percepibile anche a 1. Il gel per stampare Accanto alla ormai consolidata tecnologia laser proposta da Ricoh è apparsa recentemen- te, una nuova tecnica di stampa, applicata per ora a due macchine della se- rie GelSprinter.

Le gelatine sono contenute in apposite cartucce, disponibili nei quattro colori classici ciano, magenta, giallo e nero e vengono fatte arrivare alla testina di stampa tramite sottili tubicini. Anche la testina è simile a quella di una ink-jet, ma ha un numero elevatissimo di ugelli, tanto da stampare ol- tre tre centimetri di foglio per ogni passata.

Secondo Ricoh, la tecnologia GelSprinter arriva a costi d'esercizio simili a quel- li della tecnologia laser con ve- locità maggiori, in particolare nella stampa a colori. Rispetto alle ink-jet, le stampanti a gel sono anche meno soggette al- l'otturazione degli ugelli, an- che se non del tutto immuni: abbiamo osservato qualche segno di bande all'inizio della stampa. Nell'uso pratico, la Af icio G ha mostrato ottime qua- lità per quello che riguarda la Produttore: Samsung Tel.

Abbiamo provato anche a stampare foto a 3. Nel comples- so, la macchina è apparsa soli- da e in grado di sostituire una laser a colori di fascia econo- mica.

Ricoh per ora indirizza questo prodotto all'uso nel piccolo ufficio, ma viste le po- tenzialità della tecnologia, non ci stupiremmo di vederla pre- ferita anche in altri ambiti. Vanno di moda gli schermi piatti, grandi e costosi. Ma cosa c'è di più piatto di un'immagi- ne proiettata sulla parete? I videoproiettori sono ancora ingiustamente poco conside- rati, ma apparecchi come il Sony VPL-ES2 che abbiamo provato consentono di creare davvero una sala cinematogra- fica in casa propria, senza rovi- narsi economicamente.

Questo modello forma l'immagine usando tre pannelli LCD, che gli consentono una risoluzione SVGA x punti e un contrasto di L'ottica zoom permette di crea- re immagini da pollici già posi- zionandolo a me- no di tre metri dallo schermo e di arriva- re fino a pollici grazie alla potente lampada da Watt, con una durata media dichiarata di 4. Il Sony si installa facilmente grazie a una procedura automatica e di- spone anche di alcune raffina- tezze come l'inclinazione rego- labile servoassistita che provve- de anche a correggere la defor- mazione "a trapezio" dell'im- magine.

Tutti i menu sono atti- vabili tramite un semplice tele- comando. Grazie ai numerosi ingressi, il proiettore accetta se- gnali videocompositi, S-Video e a componenti, normali e in alta definizione, in tutti i princi- pali standard televisivi, oltre a consentire il facile collegamen- to del PC.

Nell'utilizzo ha offerto buone prestazioni, con l'eccezione della sezione audio incorpora- ta, destinata a un utilizzo solo "di emergenza". I nuovi CD vergini prodotti dalla Bayer, oltre a essere particolarmente attraenti grazie al loro colore, hanno il vantaggio di permettere un'immediata identificazione; le diverse colorazioni offrono, infatti, un ottimo criterio di distinzione.

Il materiale plastico Makrolon con cui sono prodotti non incide sul prezzo finale che rimane invariato, per la gioia dei consumatori. MAGIX audio cleanic consente di combinare formati audio diversi ed editarli tramite 33 effetti pro- fessionali da studio, anche se non avete conoscenze informati- che o musicali specifiche, grazie ai brevi tutorial filmati disponi- bili.

Brusii, fruscii e fischi ven- gono evidenziati dal software con colori diversi e sono eliminabili con un clic. Il peso 37 grammi totali e l'ingombro sono ridotti al minimo e i cuscinetti posti sul retro permettono la traspirazione della pelle anche durante l'attività fisica. I movimenti tipici della arti marziali calci, pugni devono essere coordinati a ritmo di musica e sono spiegati in lezioni selezionabili diretta- mente dal menu principale.

La memoria integrata nel lettore e quindi non sostituibile è di Mb per il modello base, ma la disponibilità della serie arriva fino a 2 Gb. Un comodo mini-joystick posto di fianco al display permette di regolare il volume e scegliere i vari brani. Lo sportellino laterale è esteticamente piacevole ma scomodo da utilizzare. Il prodotto è leggermente penalizzato dal prezzo. CDC Premium Sili le prestazioni j ili!

Qualsiasi cambiamento effettuato tramite l'interfaccia grafica dei programmi e del si- tema operativo si traduce nella modifica di un valore all'inter- no del file di Registro. Facciamo un esempio sempli- ce: per modificare lo sfondo del Desktop siamo abituati a fare clic con il tasto destro del mouse sul Desktop stesso, a se- lezionare la voce Proprietà, ad andare nella scheda Desktop e infine a indicare l'immagine da inserire, nonché la sua disposi- zione.

Cosa sono tutte queste parole strane? Sono il Registro! Tanti file di Registro Il modo migliore per capire la struttura del Registro è osser- varlo nello schema qui accanto. Altrimenti potete avviare il pro- gramma Regedit, preinstallato nel sistema operativo, che è l'u- nico strumento che consente di interagire in modo diretto con il file di Registro.

Apparirà la finestra "Editor del Registro di siste- ma". Come potete vedere, la struttura ad albero del Registro è del tutto simile a quella delle Risorse del Computer, o me- glio, a quella rappresentata in Esplora risorse: ci sono delle cartelle e, espandendo i vari ra- mi, possono essere visualizzati dei file.

Espandendo il ra- mo di ciascuna chiave si visua- lizzano le sottochiavi; selezio- Il Reqistro di Windows mt. OOPG Phoe. Ciascun tipo trova il proprio dato specifico alla voce "Dati" Dati: i dati sono l'indicazione specifica del valore.

Possono essere dei numeri esadecimali binari, una stringa di testo, un link, un percorso in Risorse del computer Valore di Registro: elemento minimo del registro costituito da tre elementi, Nome, Tipo e Dati nando una di esse è possibile evidenziare nella parte destra dello schermo le Voci di valore 0 Valori costituite da Nome, Tipo e Dati.

Salvare prima di modificare Microsoft sconsiglia agli utenti, soprattutto se inesper- ti, di mettere mano a Regedit per modificare il Registro senza disporre delle cono- scenze necessarie, perché eventuali errori possono compromettere gravemente il funzionamento del computer.

Nel numero di Computer Idea, nella sezione Passo a passo, vi abbiamo spiegato tre modi per creare una copia di backup del file. Il metodo più semplice è avviare Regedit, fate clic sulla voce File nella Barra del menu e selezionare la voce Esporta.

Infine, nella sezione "Intervallo di esportazione" selezionate "Tutto" per salvare tutti i dati del Registro. In "Dati valori" potete inserire due cifre: 1 0. Inserendo 1 qualsiasi cancellazione non depositerà i dati nel Cestino. Lo zero, invece abilita l'utilizzo del Cestino.

Fate clic su "OK" per confermare la modifica, uscite da Regedit e riawiate il computer. Per ripristi- nare il backup del Registro, e quindi sovrascrivere quello modificato, è sufficiente fare doppio clic sul file salvato.

Questo sistema di salvataggio è consigliato quando si modi- fica di propria iniziativa il Registro e l'intervento poi causa dei malfunzionamenti lievi nel PC per esempio la modifica non ha portato al risultato sperato. Avendo a portata di mano una copia di riserva, è facile sostituire il Registro appena cambiato con quello prima funzionante.

Col trascorrere del tempo il file salvato diventa pratica- mente inutilizzabile perché non è più aggiornato con le ultime modifiche del PC nuovo software installato o nuovi componenti hardware. Per questo motivo sconsiglia- mo vivamente di utilizzarlo molto tempo dopo la data del salvataggio, pena il malfun- zionamento dei programmi installati successivamente al backup.

Prudenza sempre! Per questo consigliamo di in- tervenire solo quando serve. All'interno del Registro si trovano tantissime informa- zioni riferite a un programma, spesso posizionate in chiavi e sottochiavi diver- se: per una pulizia corretta ed efficace, è meglio cancellarle tutte. PIC Vrw 1 I [nkh lt5.

Supponiamo di aver eliminato il programma Paint Shop Pro 9 e di voler rimuovere tutti i rife- rimenti presenti nel Registro: avviato Regedit fate clic su "Modifica" e poi su "Trova". All'interno della strin- ga bisogna inserire una parola chiave di ricerca in grado di far apparire i risultati giusti: per esempio se pro- vate "paint shop" non apparirà nessun risultato, invece "paintshop" ne offre di più.

In questo senso, almeno all'inizio, bisogna andare un po' a tentativi, oppure cercare informazioni per ogni specifico programma su Internet. Nella sezione "Cerca in" selezionate anche le voci "Valori" e "Chiavi" e deselezionate "Dati". Fate clic sul pulsante "Trova successivo" e Regedit avvierà la ricerca con il pulsante F3 procedete con la ricerca. Ora si tratta di avviare la cancellazione: cancellate solo le chiavi il cui nome è chiaramente riferito al pro- gramma Paint Shop Pro 9, anche perché la ricerca potrebbe evidenziare altre voci per esempio quelle riferi- te ad altri software installati come Paint Shop Photo Album 5.

Individuata la chiave riferita al giusto pro- gramma, fate clic con il tasto destro su di essa e selezionate la voce Elimina, accettando di cancellare la chia- ve e tutte le sottochiavi. La pulizia del Registro Uno dei motivi per cui, col pas- sare dei mesi, il PC rallenta e diminuisce le proprie prestazio- ni, è perché il Registro si "spor- ca". Riawiate il computer e verificate che la lista sia in ordine alfabetico. Questo causa 1' "appesantimento" del file di Registro che, in pratica, carica informazioni ormai inuti- li che rischiano di causare in- compatibilità tra programmi o, nei casi più gravi, conflitti capa- ci di bloccare il PC o far appari- re finestre di errore.

Tra i software citiamo RegCleaner, un programma molto efficace e semplice da usare, di cui vi spieghiamo le funzionalità nel passo a passo di pag. La precisione di tracciamento è assoluta, ben oltre i risultati dell'ottico. La lettura del singolo dettaglio è 20 volte più elevata, persino sulle superfici più irregolari.

Con queste caratteristiche, tutti gli altri mouse sul mercato sono superati. Look scolpito, collegamento cordless RF", ricaricabile. Un mouse che diventa un'estensione dei tuoi sensi. Purtroppo chi lo ha creato ha deciso di non svilupparlo ulteriormente, il che significa che dopo la versione 4.

Potete scaricarlo al link www. Attualmente l'azienda che lo sviluppa, Macecraft Software www. RegCIeaner è molto semplice da usare, tuttavia, vista la delicatezza dell'intervento, è richiesto un minimo di attenzione. Qui vi spieghiamo come muovervi per procedere a una pulizia che dovrebbe avvenire solo un paio di volte l'anno.

Non esagerate, insomma, non ne vale la pena!

Download/ Share! Share! Share!

Il programma è costituito da sette schede che funzionano tutte nello stesso identico modo. Vi spieghiamo come utilizzare la prima e illustriamo solamente il significato delle eventuali cancellazioni per le altre.

Facendo clic su "Apri" i menu di RegCIeaner saranno trasformati in lingua italiana. La sezione più importante del programma è la barra blu contenente sette schede, ciascuna dedicata ad aspetti diversi del Registro. Prima di partire è meglio procedere al backup come vi abbiamo spiegato a pagina La scheda Software elenca i pro- grammi cui è ricollegabile una voce di Registro: possono essere correntemente installati, oppure sono applicazioni disinstallate di cui è rimasta traccia nel computer.

Se avete qualche dubbio su qualche voce, non selezionatela. Una volta terminata la scelta fate clic sul pulsante "Rimuovi i selezionati". Curiosità: per desele- zionare una voce dovete fare clic con il tasto destro del mouse.

Lista startup - "Lista startup" indica i programmi che si eseguono all'avvio del computer: in questo caso vi consigliamo di selezionare sicuramente le applicazioni che credevate di aver disinstallato, ed evitare di selezionare quel- le che invece sono tuttora residenti sul computer, per evitare conflitti.

Eseguita la selezione, anche in questo caso fate clic su "Rimuovere selezionati". In questa lista, spesso, appaiono programmi che in realtà erano stati già disinstallati. Anche in questo caso la colpa è del software stesso che, durante la procedura di disinstallazione, non ha modificato il valore corrispondente all'interno del Registro.

Qui è possibile selezionare le voci "scomode", quelle che ormai non servono più e "sporcano" l'elenco. Tipi di file - Questa scheda è un elenco di tutte le estensioni di file che sono state memorizzate nel Registro. Ogni software, una volta istallato, segnala al Registro le varie estensioni con cui lavora tra cui non solo le estensioni generiche, ma anche quelle proprietarie.

Anche in questo caso, al momen- to della disinstallazione, rimane spesso traccia delle estensioni collegate al programma: è possibile selezionarle ed eliminarle in questa scheda. Nuovi file - Quando fate clic con il tasto destro del mouse in un punto qual- siasi di una finestra di Risorse del computer e selezionate la voce Nuovo, appare una lista di file che possono essere creati.

Da questa scheda è possi- bile eliminare le voci ormai obsolete, residui di vecchi programmi. Estensioni interfaccia - In questa scheda sono elencate tutte le asso- ciazioni di file, ossia quello che accade, l'ordine che effettivamente si dà al computer quando si fa doppio clic su un file per esempio, fare doppio clic su un file WAV porta alla sua esecuzione con WinAmp.

A nostro avviso è la migliore soluzione per alleggerire il Registro limitando il più possi- bile il rischio di danni, sempre in agguato quando si decide di operare manualmente. In que- sto caso, il livello di difficoltà dell'intervento è molto eleva- to perché, al momento dell'in- stallazione di un software, quest'ultimo "semina" infor- mazioni in tante chiavi e sot- tochiavi del Registro stesso.

Per effettuare una pulizia cor- retta ed efficace, bisogna quindi armarsi di pazienza e recuperare le tracce dei soft- ware cercandole tra le varie chiavi se siete incuriositi dal- la procedura manuale seguite le nostre istruzioni nel riqua- dro di pag. Potenziare il PC Esistono poi dei sistemi di po- tenziamento del sistema opera- tivo che possono essere attuati solo tramite la modifica diretta del Registro.

In pratica si tratta di modifiche alle impostazioni predefinite di Windows che non sono contemplate nell'in- terfaccia grafica e quindi non sono facilmente accessibili. Diventare esperti non è rischio- so se si è anche prudenti. Olidata è da sempre impegnata nella ricerca di nuovi stili. Per ulteriori informazioni visita il sito www. Chiedete un consiglio ai nostri esperti! Per motivi tecnici non possiamo rispondere privatamente ai quesiti pervenutici: le risposte vengono fornite solamente tramite pubblicazione sulle pagine della rivista.

Scrivete via e-mail a lettere. Il problema è che su quest'ultimo è installato Windows Xp, mentre nell'hard disk vecchio è ancora installato Windows Me. Se il BIOS trova più sistemi operativi negli hard disk, gli unici che prende in considerazione sono quelli indicati nell'elenco che si trova nel master boot record del disco configurato come master IDE primario. Al termine del caricamento del desktop, quando aprirai le risorse del computer, troverai una nuova lettera di unità che corrisponde all'hard disk smontato dal vecchio PC.

Di solito quella corretta è già preassegnata in fabbrica e corrisponde a quella centrale. Il sistema operativo è Windows Xp SP2. È meglio importarli utilizzando una telecamera digitale e poi riversarli su PC tramite porta firewire; oppure acquisire utilizzando la scheda video nVidia GeForge Fx ; o acquisire utilizzando una scheda di acquisizione immagini Pinnacle Studio TV?

Ho tutte e tre le possibilità ma non so quale mi garantisca la qualità migliore. Cosa mi consigliate? Se non hai tempo e voglia di farlo, ti puoi riversare i tuoi filmati usando una telecamera digitale come da te proposto nella prima soluzione. Incontrerai molti meno problemi durante l'installazione dei driver Windows Xp contiene già i driver Firewire per quasi tutte le schede di questo tipo e probabilmente anche la qualità sarà migliore, naturalmente a patto di usare una videocamera DV con prestazioni accettabili.

Non aspettarti risultati da Oscar se acquisti una scheda di sintonizzazione a basso prezzo, magari priva di chip codificatore MPEG hardware. EXE mdm. EXE btwdins. Mostra i processi di tutti gli utenti Termina processo Utili.

In Windows e Xp, puoi cambiare la priorità di esecuzione predefinita di un programma o di processo intervenendo sul Registro di sistema, solo se il programma supporta questa caratteristica e solo conoscendo il nome della chiave da modificare. Puoi inserire un numero compreso tra 1 e 9, dove 1 corrisponde alla minima priorità e 9 alla massima; il valore corrisponde alla priorità predefinita, che dipende dalla versione del sistema operativo.

Purtroppo alcuni siti Web forzano la scelta della dimensione di caratteri predefinita del browser, che è quella media. Per risolvere il tuo problema, scegli Carattere dal menu Visualizza di Internet Explorer, e seleziona il valore Medio. Per recuperare spazio e ordine, prima di tutto apri le Risorse del computer per visualizzare il contenuto dell'unità "C:".

Apri la cartella Programmi con un doppio clic, e fai clic sul collegamento nel riquadro attività sulla parte sinistra della finestra, per svelarne il contenuto. Scorri il nome di ogni cartella, e trascina nel Cestino quelle dei programmi che hai già disinstallato.

A questo punto, fai clic con il tasto destro del mouse e scegli Elimina. Dopo aver fatto pulizia nella cartella Programmi, non ti resta che eliminare le icone dalla barra di avvio rapido quelle accanto al pulsante Start. Fai clic con il tasto sinistro sull'icona indesiderata e, senza lasciare il tasto, trascinala fuori dalla barra.

Una volta spostata sul desktop, puoi spostarla nel cestino senza problemi. Se vuoi essere davvero sicuro che nessuno possa copiare le foto, è meglio evitare di distribuirle in formato elettronico. Se non è possibile, puoi prendere qualche contromisura per rendere la vita difficile ai "copioni".

Se usi Adobe Photoshop per il fotoritocco, cerca la funzione Watermark Filigrana e inserisci nell'immagine un contrassegno per "deturparla" leggermente per esempio, una scritta semitrasparente "vietata la copia". Elimina con ZHPCleaner.

Diagnosticare con ZHPDiag. Visite totali 3 Oggi 6.

Condividi su Facebook Condividi. Condividi su Twitter Tweet. Condividi su Pinterest Condividi. Condividi su LinkedIn Condividi. I cookie consentono di personalizzare i contenuti e la pubblicità, per offrire funzionalità social media e analizzare il nostro traffico.

Ok Ulteriori informazioni.


Ultimi articoli